Carnevale 2020: significato del “Martedì Grasso”

Martedì Grasso
Ultimo giorno di "frizzi e lazzi". Infatti, il Sud Italia si appresta a celebrare la fine del Carnevale 2020.Come vuole la tradizione, la conclusione coincide con il "Martedì Grasso", che rappresenta l'apice dei festeggiamenti. Vi siete mai chiesti il perché del nome?Questo martedì precede l'inizio della Quaresima, periodo...

Mercoledì delle Ceneri, tra fede e folclore

Mercoledì delle Ceneri
Le Ceneri cadono il mercoledì successivo al Martedì Grasso. In questo giorno inizia il periodo di Quaresima e termina quello di Carnevale.La denominazione si riferisce al rito liturgico che consiste nel cospargere sul capo o la fronte dei fedeli della cenere, ottenuta dalla combustione dei rami d'ulivo benedetti in occasione della Domenica delle...

La cinquina meridionale di Carnevale

Cinquina Carnevale
Amici del Sud il Carnevale è alle porte. In tutto il Mezzogiorno d'Italia, questa celebrazione è molto avvertita e migliaia di persone staranno fremendo in attesa dei festeggiamenti.Altra abitudine che contraddistingue molti meridionali è quella di provare a sfidare la fortuna. Con criterio, senza esagerare, come del resto avviene in tutta Italia,...

Carnevale, nella top ten nazionale dei più citati 4 sono del Sud

Carnevale
Il Carnevale al Sud è una tradizione molto sentita e i festeggiamenti per celebrarlo sono riconosciuti tra i migliori in Italia. Ad attestarlo sono i dati raccolti da MediaMonitor.it, il potente sistema di monitoraggio in tempo reale dei contenuti di qualsiasi radio e Tv via web. La piattaforma ha analizzato oltre 1.500 fonti di informazione tra carta...

Carnevale 2020, arriva il giovedì grasso: ecco perché si chiama così

Giovedì Grasso
Manca pochissimo alla celebrazione del Carnevale, festa che si celebra ogni anno in tutti i Paesi di origine cattolica. Le origini del termine sono antichissime: deriva da "Carnem levare", espressione latina con cui si faceva riferimento ad una regola ecclesiastica risalente al Medioevo che obbligava ad astenersi dal mangiare carne a partire dal primo giorno di Quaresima,...

San Faustino, ecco perché è il protettore dei single

san Faustino
In tutto il Sud sono tantissimi i single che non hanno festeggiato la festa degli innamorati. Ma adesso è l'ora di riscattarsi. Come ogni anno, subito dopo San Valentino arriva il 15 febbraio, giornata in cui si celebra San Faustino, il protettore dei single. Niente romanticismo, niente rose e cioccolatini, niente cene a lume di candela con...

San Valentino, ecco i cibi del Sud che accendono la passione

cibo sud
Tra i cibi dell'amore che danno un tocco più afrodisiaco alla cena romantica di San Valentino troviamo alcuni prodotti originari delle terre del Sud come il pistacchio, la 'nduja, il peperoncino, il finocchietto selvatico, il tartufo e lo zafferano. A completare la lista anche il pinolo al miele, il seme che cresce su particolari tipi di pino...

Storia del Sud Italia: la disfida di Barletta

Cade oggi, 13 febbraio 2020, il 517^ anniversario dello scontro tra i militari italiani e quelli francesi, che si inserisce nel quadro storico delle Guerre d'Italia del 1494-1504.Infatti, la cosidetta disfida di Barletta rappresenta un episodio minore all'interno dei conflitti combattuti nella penisola italiana in quel lasso di tempo, tra Luigi XII di...

San Valentino, 5 errori da evitare durante la cena romantica

San Valentino
Avete già prenotato la cena romantica per festeggiare San Valentino? Se la riposta è sì, vi consigliamo di dare un'occhiata a questi consigli che riguardano gli errori da non commettere con il proprio partner durante l'attesissimo momento del pasto a lume di candele.A elencare gli errori da evitare nella festa degli innamorati...

Scuola di Ballo: la prima in Italia è stata fondata a Napoli

San-Carlo
Secondo lo scrittore francese Stendhal il Teatro San Carlo grazie al suo splendore è da considerarsi "il più bello del mondo". È il più antico e più storico di tutta Italia: fu costruito nel 1737 da re Carlo di Borbone ben 41 anni prima della Scala di Milano e 51 prima della Fenice di Venezia. Non solo...

Chi era la Befana e perché si festeggia il 6 gennaio?

Non solo Natale e Capodanno, al Sud anche il giorno dell'Epifania è molto amato, soprattutto dai bambini. Ma quali sono le origini della tradizione del 6 gennaio? Vediamo insieme il significato della "Befana" e perché viene festeggiata nel nostro Paese.Befana, origine del nomePartiamo innanzitutto dall'etimologia del termine. La parola...

“A’ canzone de lo Capodanno”: il tradizionale canto portafortuna

Canzone de lo Capodanno
Il 2020 è ormai alle porte ed è, quasi, tutto pronto per celebrarlo. A Napoli e provincia, sono molte le tradizioni in uso in questo senso. Ce n'è una in particolare che è un po' datata e, con il passar del tempo, è caduta in disuso, almeno in città. Si tratta di quella della "Canzone de lo...

Cotechino con le lenticchie, portafortuna da gustare la notte di Capodanno

cotechino con lenticchie
Il cenone di Capodanno si avvicina e tradizione vuole che nel menù dei meridionali non manchi il cotechino con le lenticchie. Si tratta di un piatto tipico da consumare una volta scattata la mezzanotte, e dopo aver finito già tutte le portate del cenone. Questo perché, secondo la tradizione, il cotechino con le lenticchie è sinonimo di...

10 cose da non fare a tavola con un pugliese

Ogni regione d'Italia ha delle sue regole e tradizioni legate al momento in cui si sta a tavola. Nel Meridione queste regole sono ancora maggiori e la loro trasgressione diventa motivo di scandalo e litigate furiose. Dopo aver esaminato le regole da seguire a tavola con un calabrese, se avete intenzione di cenare con un pugliese, dovete...

“Natale in casa Cupiello”, un classico delle feste natalizie

Natale in casa Cupiello
"Lucariè te piace 'o presepe?": quante volte ci è capitato di sentire questa domanda sullo schermo durante le feste natalizie? È la frase in dialetto più celebre della commedia "Natale in casa Cupiello", senza dubbio un cult intramontabile per i meridionali sopprattutto in questo periodo in cui siamo circondati da luci mozzafiato e presepi di ogni genere.

La storia di Anna Pantò, la prima serial killer che vendicava le donne

anna pantò la storia della vecchia dell'aceto
Paladina delle donne maltrattate e di coloro che erano infelici. Questo sosteneva di essere Anna Pantò, cittadina della Palermo del XVIII secolo. Cresciuta in una realtà sociale difficile per donne e, in generale, per i più poveri, la Pantò è passata alla storia come un'assassina seriale, anche se lei la vedeva in maniera diversa. Cerchiamo di fare...

Cosa c’è nel pacco di Natale per i meridionali al Nord

Al Sud è iniziato il countdown per Natale, e mamme, figlie, nonne e bisnonne stanno già studiando il menù con cui delizieranno figli, genitori, nipoti, pronipoti e all'occorrenza anche amici. Nel Mezzogiorno il Natale a tavola è una cosa seria, tant'è che i piatti tipici del Meridione occupano un posto fondamentale nella tradizione culinaria italiana. Molti meridionali,...

Perché si festeggia Santo Stefano il giorno dopo Natale?

Santo-Stefano-26-dimbre
La festività ricade il giorno dopo Natale. Ma conosciamo le ragioni per cui Santo Stefano è celebrato in questo momento particolare dell'anno? La celebrazione liturgica di questo Santo, primo dei sette diaconi scelti dalla comunità cristiana perché aiutassero gli apostoli nel ministero della fede, è da sempre fissata dalla Chiesa Cattolica il giorno 26 dicembre, mentre...

“Mo’ vene Natale” le origini della poesia cantata da Carosone

Quante volte ci è capitato di sentire, alle soglie del Natale, questo detto napoletano "Mo' vene Natale nun tengo denare..."? Si tratta di un verso di una filastrocca attribuita ai partenopei molto antica che magari qualche volta abbiamo pronunciato anche noi in modo scherzoso, soprattutto per sdrammatizzare un complicato momento della vita in cui non si...

Le origini e la leggenda sulla Madonna di Montevergine

La Madonna di Montevergine è molto venerata al Sud. Per molti credenti è considerata una "Mamma" celeste tanto che i suoi appellativi derivano proprio dall'adorazione che i cittadini meridionali provano verso la sua icona: viene infatti chiamata "Mamma Schiavona" e "Mamma nera" perché il quadro che la raffigura mostra la Vergine con un colore di pelle scuro,...