Ricette del Sud: l’impepata di cozze

Alla scoperta di una golosità che evidenzia lo stretto legame che esiste tra una città meridionale e il mare.

Impepata di cozze


Si tratta di un piatto diffuso in diverse zone del Meridione. Ad esempio, tra le tante, esiste la variante rossa che è caratteristica della cucina tradizionale della Puglia e, per la precisione, di Taranto. Quella che vi suggeriamo oggi è, invece, la tipica della gastronomia di Napoli che, da buona città di mare, può vantare numerosissimi piatti a base di pesce. In dialetto partenopeo è detta “a’mpepata e cozze“.

È un antipasto semplice da realizzare e che comporta uno sforzo economico molto contenuto. La prepazione richiede 45 minuti di tempo mentre la cottura solo 5. Nei ristoranti napoletani è un vero e proprio must e la ricetta originale si basa su 2 soli ingredienti, ovvero le cozze e il pepe. Tuttavia, è possibile aggiungervi del prezzemoloto e insaporirla con il limone. Per 4 persone, usare: 2 kg di cozze (da pulire), pepe nero q. b. (da macinare al momento).

Incominciare con la pulizia delle cozze. La prima cosa da fare è accertarsi che siano chiuse. Le rotte o le aperte vanno scartate. Procedete a rimuovere il dente di cane, magari aiutandovi con un coltellino e, quindi, togliete la barbetta. Pulite la cozza in modo da eliminare ogni impurità. A questo punto, sciacquare in maniera accurata le cozze. Intanto, mettere a scaldare una pentola molto capiente. Travasare i molluschi al suo interno e aggiungete subito il pepe nero. La macinazione della spezia al momento vi consentirà di ottenere un risultato dal gusto più aromatico e intenso.

Serrare la pentola con un coperchio così da far dischiudere del tutto le cozze. Il tutto richiederà 3-4 minuti. In questo lasso di tempo, ricordatevi di agitare la pentola, di tanto in tanto, così da favorire il rimestamento. A fine cottura trasferire nei piatti, magari guarnendo con limone e prezzemolo. Si suggerisce l’abbinamento con un Lacryma Christi bianco.

ULTIMO AGGIORNAMENTO