Grotte di Pertosa, riapre il magico sito dove si può percorrere un fiume sotterraneo

Escursioni in barca e a piedi di diversa durata attraverso cui si possono svolgere tanti percorsi naturalistici mozzafiato

Foto Facebook Grotte di Pertosa-Auletta


Dopo il periodo di lockdown dovuto al Coronavirus, tantissimi siti archeologi, musei, e bellezze naturali e paesaggistiche hanno riaperto al pubblico dal 1 Luglio. Di recente vi abbiamo raccontato ad esempio della ripartenza del misterioso il Parco Sommerso della Gaiola, un luogo pieno di fascino che si affaccia sulle limpide acque della costa di Posillipo a Napoli con un panorama mozzafiato del Vesuvio. E dalla Sicilia fanno sapere che il primo giorno ha visto già un vero e proprio boom di prenotazioni, centinaia e centinaia. Il sito più richiesto è la Valle dei Templi, dove praticamente c’è una specie di “tutto esaurito”.

Tra le meraviglie del Sud che vi invitiamo a visitare ci sono anche le Grotte di Pertosa-Auletta, un luogo straordinario della Campania a poco più di un’ora da Napoli situato nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Questo posto magico è l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare su un fiume sotterraneo, il Negro, che consente di raggiungere le parti più affascinanti di tutta la montagna. Le Grotte di Pertosa Auletta hanno riaperto dal 1 Luglio e potranno essere percorse con semplici misure di protezione: gli ingressi ovviamente saranno limitati a causa dell’emergenza sanitaria con orari prestabiliti e obbligo di prenotazione per 12 persone a visita.

Inoltre, le favolose grotte campane sono anche le uniche in tutta Europa a conservare i resti di un villaggio palafitticolo risalente al II millennio a.C.: un vero e proprio Museo Integrato dell’Ambiente che ci permette di esplorare opere meravigliose create in natura, come il “bacio” tra la stalattite e la stalagmite che stanno per ricongiungersi dopo 20.000 anni, un’immagine davvero suggestiva, che sicuramente emozionerà i più romantici.

Questo spettacolare sito speleologico della Campania è composto da diverse sezioni museali dove ci si può avventurare in un sensazionale Viaggio al Centro della Terra. Le grotte, tra l’altro, sono state inserite nel network dei Geoparchi Europei e nella Rete Mondiale dei Geoparchi dell’Unesco e sono visitabili grazie alla gestione della fondazione MIdA-Musei Integrati. Sono previste anche escursioni in barca e a piedi di diversa durata attraverso cui si possono svolgere molti percorsi naturalistici: dalla terra delle formiche alla fauna del sottosuolo, tra tour virtuali, installazioni di reperti e collezioni vegetali.

Le Grotte di Pertosa-Auletta (Foto Facebook)

ULTIMO AGGIORNAMENTO