Le origini meridionali di Mark Ruffalo

Alla scoperta delle radici del Sud dell'attore che, negli ultimi anni, ha prestato il suo volto al supereroe Hulk.

Mark Ruffalo
Mark Ruffalo alla premiere di "Marvel's The Avengers", nell'aprile 2012.


È uno degli attori più apprezzati di Hollywood, idolatrato dai ragazzini per il suo ruolo nei film del Marvel Cinematic Universe. E come altri suoi colleghi, anche lui è originario del Meridione.

Infatti, il nonno paterno era emigrato negli Stati Uniti d’America da Grifalco, comune della provincia di Catanzaro. Mark Ruffalo nasce nel Wisconsin, a Kenosha, il 22 novembre 1967 da Frank Lawrence pittore edile e da Marie Rose Herbert, parrucchiera. Il nonno era venuto al Mondo in Calabria da Filiberto Ruffalo e Carmela Bertucci, così come Mary Bisciglia, la nonna paterna. Anche la madre può vantare antenati italiani, per la precisione i bisnonni, provenienti della Campania.

L’attore ha 2 sorelle, Tania e Nicole e aveva un fratello Scott che è deceduto nel 2008. Nei primi anni della sua carriera, per mantenersi, lavora in un bar. Esordio in televisione nel 1998, in un episodio di “CBS Summer Playhouse”. Quello al cinema risale al 1992, in un corto dal titolo “Rough Trade“. Attore anche di teatro debutta sul palco nel 1998, nell’opera “This is our Youth“. Uno dei primi successi risale al 2000, con “You can count on me“, pellicola diretta da Kenneth Lonergan, l’autore del dramma teatrale di 2 anni prima. Nel 2002 deve rinunciare a recitare nel film “Signs” a causa di un tumore al cervello, sconfitto che, però, gli ha lasciato una semi-paralisi facciale.

Nel 2010 è per la prima volta dietro la macchina da presa. È il regista di “Sympathy for delicious” che vince un riconoscimento al Sundance Film Festival. Due anni dopo, nel 2012, è scelto per interpretare il personaggio di Hulk nei film ispirati ai supereroi Marvel. Tornerà ad interpretarlo per altre 5 volte, almeno fino ad oggi. Tra i suoi film ricordiamo “Eternal Sunshine of spotless Mind”, “Zodiac”, “Shutter Island”, “Now You See Me”, “Spotlight” e “Dark Waters”. Nel corso della sua carriera è stato candidato per 60 premi e ne ha vinti 20.

Sposato con l’ex-attrice Sunrise Coigny, ha 3 figli: Keen, Bella e Odette. È stato vegetariano e, ancora oggi, mangia poca carne. Impegnato nel sociale, si è espresso a favore dell’aborto e dei diritti della comunità LGBT.