giovedì, Ottobre 28, 2021
HomeRegione CampaniaCosa vedere in CampaniaLa Grotta di San Michele ad Olevano sul Tusciano

La Grotta di San Michele ad Olevano sul Tusciano

Alla scoperta di un suggestivo luogo di culto dedicato all'Arcangelo, che si trova nel Meridione.

Il Sud Italia è pieno di posti affascinanti e ricchi di Storia. Alcuni di questi uniscono la bellezza selvaggia della Natura all'opera dell'uomo.

In questo senso, nel Mezzogiorno d'Italia è possibile visitare dell'aree di culto che sono immerse all'interno di paesaggi dove, comunque, l'azione umana non ha stravolto del tutto l'ambiente. Basti pensare alla grotta di San Michele in Monte Laureto, in Puglia.

Un altro luogo simile, sempre dedicato all'Arcangelo comandante delle milizie celesti, si trova in Campania, per la precisione ad Olevano sul Tusciano, comune in provincia di Salerno. La grotta affaccia sulla parte occidentale del monte Raione e, al suo interno, sorge un complesso religioso che risale al IX-X secolo.

Il salernitano pullula di caverne dedicate a san Michele, ma quella di Olevano detiene il peculiare record di ben 7 santuari costruite nella sua cavità. La struttura è caratterizzata da numerosi affreschi (di età longobarda) e le prime notizie in merito datano al decennio 860-870 quando il vescovo Pietro vi si rifugiò, in fuga dal principe longobardo di Salerno Guaifiero. Più tardi, sembra, che rientrasse nell'itinerario verso la Terra Santa, almeno a quanto risulta nell'opera del monaco di origini franche Bernardo "Itinerarium trium monachorum".

Ciò non appare improbabile dato che, lungo il corso del fiume Tusciano, esisteva una strada che univa la via Appia a quella Popilia. Infatti, tale percorso ha come estremi la grotta di Olevano e quella di monte Sant'Angelo del Gargano. Per accedervi si possono percorrere 2 sentieri, uno che comincia dalla frazione di Ariano e un altro da quella di Salitto. Il sito si distingue per una precisa particolarità: non sono le pareti della caverna ad essere state dipinte, ma all'interno dell'antro sono state costruite architetture del tutto indipendenti dallo spazio naturale. Si tratta di una Basilica, 5 "Martyrion" (edifici di epoca bizantina), una chiesa e 2 edicole votive. In occasione dei festeggiamenti in onore del Santo, nella giornata di domani, sarà trasmessa una messa in streaming, su Facebook, a partire dalle ore 10.

LEGGI ANCHE...