Città meridionale riscopre un pezzo di Storia

Un importante ritrovamento in chiave storica è avvenuto in un comune meridionale

Vietri sul Mare Gonfalone
Fonte immagine: pagina Facebook Giovanni De Simone.


Il Sud Italia può vantare una storia plurimillenaria. Dalle più grandi città fino ai più piccoli borghi, sono moltissimi i luoghi che hanno un passato glorioso da raccontare.

Una testimonianza in questo senso arriva dalla Campania e riguarda un centro che sorge in provincia di Salerno e che è parte del Patrimonio dell’Umanità Unesco, insieme all’intera costiera amalfitana, per via della sue tradizioni e della sua bellezza.

Stiamo parlando di Vietri sul Mare, dove è avvenuto un importante ritrovamento dal punto di vista storico. Infatti, nella giornata di ieri, sono stati rinvenuti 2 gonfaloni del comune. A dare la notizia il sindaco del centro amalfitano tramite la sua pagina ufficiale su Facebook. Il dottor Giovanni De Simone ha condiviso 2 foto, corredate da un’intestazione che precisa che gli stendardi risalgono a cinquanta anni fa e che sono stati trasferiti nell’aula consiliare. Di seguito il post:

Recuperati i gonfaloni del comune di Vietri Sul Mare, il primo era finito in un deposito, pur rappresentando la storia…

Gepostet von Giovanni de Simone am Sonntag, 3. Mai 2020

La notizia è stata accolta con gioia dai cittadini vietresi, che hanno ricordato soprattutto quando i vessilli erano utilizzati durante feste e ricorrenze ufficiali, come la processione di San Giovanni. Uno dei 2 gonfaloni ritrovati riproduce quello che è lo stemma cittadino, ovvero uno scudo diviso in 2 campi. Nella parte inferiore è riprodotto il mare mentre in quella superiore 2 scogli, che sono denominati “I Due Fratelli” e che costituiscono uno degli elementi paesaggistici tipico del posto. Al di sopra, compare una corona turrita e, in basso, ad ornare in maniera ulteriore, a destra, un ramo di quercia e, a sinistra, un ramo di alloro che sono uniti alla base da un nastro tricolore. Il tutto arricchito dalla scritta “Vietri sul Mare-Comune di antica tradizione caramica“, a ricordo di una delle principali attività economiche della zona che è, per l’appunto, la produzione di ceramiche. I due gonfaloni presentano l’embelma su stendardi che si distinguono per differenti disegni e colori.

ULTIMO AGGIORNAMENTO