“Arriverà l’immunità di gregge”: la nuova canzone di Checco Zalone

L'artista pugliese ritorna con un brano sul Covid 19.

Checco Zalone Covid 19
Fonte immagine: canale Youtube Checco Zalone Official.

L’emergenza Coronavirus si combatte anche a colpi di musica. Infatti, in questo periodo, sono tantissimi i cantanti che hanno (è proprio il caso di dirlo) fatto sentire la loro voce sull’argomento.

Il nuovo brano che riguarda la malattia che sta colpendo il nostro Paese arriva dalla Puglia. Il pezzo affronta il tema del distanziamento sociale ed ironizza sulle misure imposte a causa della diffusione del Covid 19, in modo da evitare il contagio.

Titolo “Arriverà l’immunità di gregge“. Autore l’attore, comico, sceneggiatore e regista Checco Zalone. Originario di Bari, Pasquale Maria Medici racconta il suo distacco dalla sua metà (interpretata da Virginia Raffaele), in una veste ispirata ad un grande artista meridionale, anche lui pugliese, l’indimenticabile Domenico Modugno.

Zalone ha pubblicato il videoclip sulla sua pagina Facebook, con la seguente intestazione: “Una canzone per voi, due note in allegria. Mai come in questo periodo bisogna evitare di dire mai come in questo periodo“. Di seguito il filmato, tratto dal suo canale Youtube:

Ecco, invece, il testo completo:

Ricordo le tue ultime parole
aspetta che sboccino le viole
febbraio è troppo triste e fuori piove
te la darò di marzo
il giorno 9

Balordo fu quel giorno buio e tetro
(Drin, sono io, accirimi, chiudi in casa)
che il presidente disse: “almeno un metro”
da allora aspetto invano in questa stanza
due cose stringo in mano, una è la speranza

Arriverà
l’immunità di gregge
sui monti e sulle spiagge
la pecora più bella sarai tu
amore mio
vedrai, tutto andrà bene
e l’ultimo tampone
sarò io per te

La quarantena, sai, è come il Veneto
spegne i focolai piccoli ma più accenderne di grandi
come quello che arde nel mio cuore
lui non resta a casa, il mio cuore va per le strade
scavalca muri, varca portoni
perché anche un cuore si rompe i co…

Arriverà
l’immunità di gregge
sui monti e sulle spiagge
la pecora più bella sarai tu
amore mio
tu dimmi solo dove
ti porto un 19
che Covid non è

Irina è la tua giornata fortunata
sai cos’è un toyboy