La ricetta della Torta Caprese: le sue origini risalgono ai Borboni

La torta che porta il nome dell'isola azzurra ha due storie sulla sua nascita. Una racconta di un capriccio, l'altra di un errore

Uno dei dolci tipici napoletani viene da un’isola, quell’angolo di paradiso in mezzo al mare che si chiama Capri e che ha dato il nome a questa profumatissima torta di cacao e mandorle: la Caprese. Esistono due storie che riguardano la nascita di questo dolce, una che risale ai Borboni al tempo di Maria Carolina d’Asburgo l’altra, più recente, parla di Al Capone.

Maria Carolina d’Asburgo venne data in moglie a Ferdinando IV, il re di Napoli, ma non ne era affatto felice; Ferdinando non aveva nulla in comune con lei, era cresciuto con gli scugnizzi e molto probabilmente nemmeno parlava correttamente italiano, Carolina era, invece, una donna colta e molto raffinata per nulla abituata alle stravaganze del marito. Il rapporto con suo marito e il suo stesso carattere la inducevano ad essere estremamente capricciosa e un giorno, presa da una fortissima nostalgia per la sua terra, l’Austria, si recò nelle cucine del palazzo per ottenere la preparazione di una Sacher Torte.

I cuochi non conoscevano la ricetta della torta, ma nemmeno la regina sapeva come farla e allora? Come accontentare la capricciosa regina? I cuochi si lasciarono descrivere il sapore e il colore della torta e sfruttando questa descrizione cercando di ricreare il vago ricordo della regina, sfornarono una ricetta del tutto nuova, ma talmente buona che anche Carolina ne fu estasiata.

La storia che riguarda Al Capone, detto Scarface, è in pieno stile film gangster anni 20: Nel 1920 per consolidare i rapporti tra la camorra di New York con quella di Napoli, Capone inviò due collaboratori nella città partenopea. I due si occuparono non solo degli affari, ma anche di fare delle gite fuori porta con alcuni “amici”; una di queste li condusse a Capri, nella pasticceria di Carmine Fiore . Quando i loschi figuri si presentano dal famoso pasticcere chiedendo di assaggiare uno dei suoi dolci più famosi, questo allarmato dalla loro spacconeria comincia ad innervosirsi e nel impastare la torta al cioccolato ne dimentica un ingrediente: la farina.

La torta viene comunque consegnata ai malavitosi, senza rivelarne l’errore, sperando che non si accorgano dell’errore o se ne accorgano lontano dall’isola. Ma, gli scagnozzi di Capone provarono lì per lì la torta e ne furono rapiti, tanto che immediatamente chiesero la ricetta a Fiore. Il pasticciere sempre più in ansia ebbe solo la furbizia di rientrare nel laboratorio e scrivere su un foglio la ricetta, quando la consegnò e i delinquenti uscirono, tornò nel laboratorio per ricrearla, provarla e venderla.

Ecco la ricetta della Torta Caprese

Ingredienti

  • 140 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 130 g di zucchero
  • 150 g di mandorle sgusciate
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • cacao amaro
  • zucchero a velo.

Preparazione

  1. In un pentolino (con fondo spesso) far sciogliere cioccolato fondente, burro e zucchero.
  2. Una volta sciolto, lasciare raffreddare, quando sarà tiepido versate il composto in una ciotola ed aggiungere le mandorle (che dovranno essere tritate molto finemente) e il lievito per dolci.
  3. In un altro recipiente separate gli albumi dai tuorli.
  4. Aggiungere un solo tuorlo al composto (vedi punto2)e mescolate con un cucchiaio di legno
  5. Montare a neve gli albumi ed aggiungere al composto, mescolando sempre con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto.
  6. Imburrate e spargete del cacao all’interno di uno stampo per torte
  7. Versate il contenuto al suo interno
  8. Cuocete in forno per 35 minuti a 180°
  9. Servire cosparso di zucchero a velo

Buon appetito