Ricette del Sud: il pasticciotto leccese

Alla scoperta di un gustoso alimento tipico del Salento.

Pasticciotto leccese


Questo dolce è caratteristico della pasticceria salentina. E, non a caso, è riconosciuto come prodotto agroalimentare tipico della subregione della Puglia. Tuttavia, sue varianti sono diffuse un po’ in tutta Italia. Addirittura, una simile è attestata a Roma, nel XVI secolo.

Si tratta di pasta frolla cotta al forno, ripiena di crema pasticciera (almeno nelle ricette classiche). Se capitate a Lecce e dintorni, non potete lasciarvelo sfuggire, soprattutto perché l’originale pasticciotto leccese si differenzia dalle versione del resto della penisola per esser preparato con lo strutto.

Esistono differenti racconti delle origini. Ci sono quelle che lo associano ad una storica pasticceria di Galatina, comune del Salento, già nel XVIII secolo ed un’altra che lo fa risalire all’inizio del XX secolo. Sia quel che sia, il pasticciotto è leccese, è fatto con lo strutto e ogni buon meridionale deve assaggiarlo almeno una volta nella vita.

Gli ingredienti del pasticciotto leccese

Cucinarlo richiede un certo impegno e almeno 30 minuti del vostro tempo. La cottura è di circa 20 minuti. La spesa è bassa. Per 6 persone adoperare:

(per la frolla)

  • 500 gr farina 00
  • 180 gr strutto
  • 150 gr zucchero
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • scorza di limone q. b.

(per la crema)

  • 400 ml latte
  • 60 gr zucchero
  • 30 gr farina 00
  • 3 tuorli
  • scorza di limone q.b.

Incominciare con il realizzare la crema pasticcera (al limone), da far riposare in frigorifero. Lavorare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungere la farina e amalgamare il tutto; evitare la formazione di grumi. Intanto, in un pentolino, versare il latte e la scorza di limone. Riscaldare fin quasi a far bollire. A quel punto, togliere la scorza e aggregare il composto lavorato in precedenza. Impastare così da ottenere una pastella liscia che andrà posta sul fuoco. Mescolare fino a quando la crema non avrà la giusta consistenza. Travasatela in una ciotola, copritela con pellicola a contatto. Farla raffreddare, dopodiché in frigo per un’ora.

A questo punto, passate alla pasta frolla. Inserire gli ingredienti in una ciotola o sul piano di lavoro. Bisogna realizzare un composto morbido e compatto, che va avvolto nella pellicola trasparente e lasciato in frigo per un’ora.

Per dare forma ai pasticciotti utilizzare appositi stampi o pirottini in alluminio. Foderare l’interno con pasta frolla, aggiungere la crema e ricoprire sempre con la pasta. Cospargere la superficie con tuorlo sbattuto con un po’ di latte. Cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 20 minuti. Lasciare freddare e servirli a temperatura ambiente.

ULTIMO AGGIORNAMENTO