giovedì, Luglio 29, 2021
HomeNews“Ritornerai?”, il murales dedicato ai giovani emigranti del Sud

“Ritornerai?”, il murales dedicato ai giovani emigranti del Sud

Gli emigranti del Sud sono davvero in tanti e soprattutto giovani. Ora c'è un murales dedicato a loro e che fa riflettere sui flussi migratori Sud-Nord.

Il tema dell'emigrazione è ancora molto sentito nel Sud Italia. I dati delineano un quadro di certo non molto positivo per il popolo del Meridione, fin troppo spesso costretto ad emigrare a causa della mancanza di lavoro e di prospettive.

Il murales per i giovani emigranti del Sud

Questa situazione si evince anche dall’ultimo rapporto Svimez (Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno): le persone emigrate dal Mezzogiorno sono state oltre 2 milioni nel periodo compreso tra il 2002 e il 2017, di cui 132.187 nel solo 2017.

Il dato è ancora più impressionante se si considera che, dei 2 milioni di emigranti, 66.557 sono giovani , cioè il 50,4%, di cui il 33% laureati, pari a 21.970. Per quanto riguarda il saldo migratorio interno, al netto dei rientri, è negativo per 852 mila unità. Nel solo 2017 sono andati via 132 mila persone con un saldo negativo di circa 70 mila unità.

Nonostante siano tanti i giovani meridionali che dopo aver studiato lontano dalla propria città sono tornati nella propria terra a lavorare, i dati ci confermano una ripresa dei flussi migratori che non riguarda solo il Sud Italia ma anche il Nord verso l'estero.

murales ritornerai

Proprio dedicato a tutti i giovani che vanno via dalla propria terra, è stato realizzato un murales dal titolo "Ritornerai?". Lo si può vedere ad Andria in viale Ovidio. È opera dell’artista Daniele Geniale che ha dedicato l’intera parete di un edificio di periferia ai giovani meridionali costretti ad emigrare, non solo dalla Puglia ma da tutte le regioni del Sud per studiare e trovare lavoro lontano da casa.

Cosa raffigura l'opera di street art di Andria?

Il murales raffigura un ragazzo seduto sulla sua valigia, con uno zaino in spalla. Scrive al cellulare e sembra attendere qualcosa. È una comunissima scena che si può vedere in zona stazione o alla fermata dei bus. Racconta la partenza dei ragazzi che, vogliosi di costruire il proprio futuro, si trasferiscono lontano da casa.

La figura rappresentata nel murales si interrompe bruscamente all’altezza delle spalle e la testa non viene raffigurata. L'artista ha commentato questo dettaglio dicendo: “Non ho voluto dare un genere né sentimenti al racconto delle migrazioni dal Sud, volendo solo constatare che la gente migra”.

Il titolo interrogativo "Ritornerai?" è una domanda che viene posta al giovane emigrato. Si evince la speranza di una risposta affermativa. L’opera è stata realizzata grazie al finanziamento della Regione Puglia.

LEGGI ANCHE...