sabato, Febbraio 4, 2023

Ribaltone per Barbara D'Urso, da Mediaset alla Rai in una sola mossa: che colpaccio

La televisione negli ultimi anni è decisamente molto cambiata, ci sono show del tutto nuovi, nuovi reality e vecchi format che vengono ammodernati per essere al passo con i tempi, ma tra i vari cambiamenti ce n'è anche un altro che di certo non è passato inosservato, la tensione tra la Rai e la Mediaset sembra essersi un po' allentata, ne è la prova la presenza di Barbara D'Urso nella trasmissione di Massimo Bernardini su Rai 3.

Barbara D'Urso nelle ultime settimane è stata nell'occhio del ciclone a causa dei cambiamenti apportati al nuovo show della Mediaset, La Pupa e il Secchione. A scagliarsi contro di lei, Andrea Pucci e Sonia Bruganelli: anche se in modo diverso, i due hanno espresso la medesima opinione, il programma è stato snaturato della sua vera essenza comica.
Leggi anche: Elena D'Amario senza freni su Stefano De Martino: tutta la verità sul flirt

Per il comico Andrea Pucci la questione sembra riguardare l'emittente e non la persona di Barbara D'Urso, infatti nel video in cui annunciava di essere ospite da Stefano De Martino nel programma Stasera tutto e Possibile ha affermato: "Il nostro lavoro è gratificato da quanti di voi seguono quello che facciamo. E sto godendo come un pazzo. La trasmissione condotta magistralmente dal mio amico Stefano De Martino ha distrutto tutto ciò che era contro di noi. Mi hanno tolto La Pupa e il secchione? E così io stasera sono a Stasera tutto è possibile, con il amico Stefano De Martino!"

Non dello stesso avviso Sonia Bruganelli che invece ha detto: "Pensare che sia un tentativo non riuscito di cambiare un format che aveva una sua ragione d’essere nel ‘subire’ le pupe e non nel farle diventare macchiette di se stesse, lo posso pensare o è lesa maestà?"
Leggi anche: Pietro Diomede infanga Rita Dalla Chiesa e Fabrizio Frizzi: lei lo zittisce così

La risposta di Barbara D'Urso in Rai è stata perfetta: "Non replico a nessuno, ognuno è libero di dire quello che vuole. Se una cosa non piace, ci sta. La rete aveva bisogno di crescere l’editore mi ha chiesto di far diventare La Pupa e il Secchione di Barbara d’Urso, di farlo diventare un reality. Questa è stata la mia missione. So bene cosa mi ha chiesto il mio editore. Io fino a quando sarò qui difenderò la mia azienda a cui sono devota. Non possiamo più far vedere i secchioni bullizzati o che corrono senza vestiti in giardino. Raccontiamo le loro storie in modo da renderli più familiari. Qualunque cosa capiti a Barbara d’Urso, nel bene o nel male, nel male va evidenziata e nel bene no."
Leggi anche: LDA festeggia il compleanno in casetta: la reazione di Anna Tatangelo

LEGGI ANCHE...