domenica, Agosto 1, 2021
HomeSud ItaliaSkyscanner, classifica delle venti città più belle d'Italia: otto sono meridionali

Skyscanner, classifica delle venti città più belle d'Italia: otto sono meridionali

Per realizzare questa classifica, la piattaforma ha scelto le città italiane con una popolazione inferiore ai 150 mila abitanti

Il celebre motore di ricerca viaggi Skyscanner.it, come ogni anno, ha redatto la classifica delle venti città più belle d'Italia per il 2020. Il portale ha selezionato città e antichi borghi italiani che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Per realizzare questa lista, la piattaforma ha scelto una città per ogni regione italiana con una popolazione inferiore ai 150 mila abitanti, paesi che presentassero un borgo ben custodito e i commenti lasciati dagli utenti sul sito.

Nell'elenco delle venti città italiane più belle d'Italia del 2020 troviamo ben otto gioiellini del nostro Meridione, caratterizzati da monumenti e testimonianze di epoche remote, città arroccate sui monti o affacciate sul mare, luoghi meravigliosi in cui tutto sembra essere rimasto intatto e il tempo essersi fermato con il passare dei secoli. Vediamo quali sono le città meridionali selezionate da Skyscanner attraverso l'articolo di Valentina Borghi.

Guardiagrele - Abruzzo

Immerso nel Parco nazionale della Majella, troviamo Guardiagrele, in provincia di Chieti, definita la "città di pietra" da Gabriele D'Annunzio: "Come vedrete infatti per il suo centro storico, molto ben conservato, sono state usate appunto pietre e mattoni, e tutto il borgo si snoda attraverso la circonvallazione delle antiche mura longobardo. Ma Guardiagrele è nota anche per l'arte orafa: questa è infatti la patria di Nicola da Guardiagrele, scultore e orafo sublime, uno dei più grandi artisti del Quattrocento italiano, e qui si svolge ogni anno, ad agosto, la Mostra dell'Artigianato artistico abruzzese".

Fornelli - Molise

Situato sulla collina, in provincia di Isernia è definito come "il paese delle sette torri". Il borgo di Fornelli è costituito da una cinta muraria medievale ed è circondata da ulivi che producono un olio eccellente di altissima qualità: "Del periodo più antico nel borgo sono rimasti il Palazzo Baronale, le 7 torri, il camminamento di ronda, la Chiesa Madre e la Chiesa di San Pietro, dove la statua del santo ha un coltello conficcato nella testa. Fornelli si fa apprezzare per la compattezza del tessuto urbano che lo rendono come una sorta di piccolo presepe".

Bacoli - Campania

Posizionata sul meraviglioso Golfo di Pozzuoli, nella zona dei Campi Flegrei, il suo comune comprende le antiche località greco-romane di Baia, Fusaro, Miseno, Cuma e Miliscola. "Tutta l'area è di origine vulcanica ed è caratterizzata da un allineamento di sette vulcani, disposti su un antico asse, formato dai crateri e dai loro resti. Delle antiche località romane si conservano tuttora i resti della magnifica Piscina mirabilis, una grandiosa cisterna che serviva per approvvigionare di acqua le navi della Marina militare romana, le terme di Baia, un'area archeologica con diversi edifici che facevano parte di un vasto palazzo e complesso termale, e le Cento Camerelle, un antico impianto idrico dotato di cisterne".

Ceglie Messapica - Puglia

In provincia di Brindisi si trova una perla circondata da trulli, masserie e uliveti secolari: "Ceglie Messapica è famosa per essere la 'capitale della gastronomia pugliese', nonché una delle più importanti località d'Italia per il turismo gastronomico. Pensate che già a fine '800 Ceglie (che aveva 12.000 abitanti) contava più di 100 trattorie e osterie. Il prodotto più famoso è indubbiamente il 'biscotto cegliese', a base di pasta di mandorla e confettura di ciliegie. Nel centro storico, le architetture dei palazzi svelano però un'anima signorile".

Irsina - Basilicata

Situata in provincia di Matera, la sua fama internazionale negli ultimi anni è arrivata grazie al capoluogo lucano: "Chiamata Montepeloso fino al 1895, questo è uno dei paesi più belli d'Italia e uno dei più antichi della Basilicata, come testimoniano numerosi reperti archeologici risalenti ai periodi greco e romano. Venne invasa e distrutta dai Saraceni nel 1.000 prima di diventare una roccaforte normanna come Matera".

Morano Calabro - Calabria

In provincia di Cosenza troviamo un'altra città selezionata da Skyscanner tra le più belle d'Italia del 2020. Si tratta del borgo calabrese Morano Calabro: "è uno dei centri principali di Parco Nazionale del Pollino, ma la sua bellezza è data dal tessuto urbano fitto e intricato, con le case che scendono verso il basso e il dedalo di viuzze che sale verso il castello. Il borgo però offre anche la possibilità di scoprire un'inattesa quantità di opere d'arte, lascito del suo 'secolo duro', ovvero il '700, quando Morano si trovava sotto il Regno di Napoli".

Carloforte - Sardegna

Nel Sud della Sardegna, spicca per la sua bellezza un tesoro chiamato Carloforte, situato nella provincia di Carbonia - Iglesias: "Il piccolo comune di Carloforte sull'isola di San Pietro può essere considerato come un pezzettino di Liguria in Sardegna! L'isola, praticamente disabitata fino ai primi anni del 1.700, venne colonizzata dalle famiglie di pescatori originarie di Pegli (oggi quartiere di Genova), che si erano precedentemente stanziati sull'isola tunisina di Tabarka".

Partinico e Borgo Parrini - Sicilia

La classifica di Skyscanner dei paesi più belli d'Italia 2020 si chiude il meraviglioso Borgo Parrini, una piccola contrada del comune di Partinico distante trenta chilometri da Palermo: "Questa piccola frazione ha una lunga storia che risale ai gesuiti, nell'Ottocento poi divenne un dormitorio per gli operai impiegati nell'azienda vinicola del principe francese Henry d'Orleans. In anni recenti i pochi residenti rimasti hanno deciso di ristrutturarla e darle nuova vita secondo uno stile artistico che ricorda gli edifici di Gaudì a Barcellona".

LEGGI ANCHE...