Cassatelle: la ricetta della pietanza carnevalesca

Come prepare questo alimento siciliano che può essere dolce e/o salato.

Cassatelle siciliane


In Sicilia sono dette “cassateddi” e sono dei ravioli dolci che si cucinavano già nel XVIII secolo.

Oggigiorno sono diffuse soprattutto nella parte occidentale dell’isola. Sono originarie della provincia di Trapani e si usava realizzarle in vista di Carnevale e di Pasqua.

Esistono ricette dolci e/o salate. In genere, la prima versione ha un ripieno di ricotta e gocce di cioccolato mentre la seconda prevede brodo di carne o di pesce. È riconosciuta prodotto agroalimentare tipico della pasticceria siciliana.

Cassatelle dolci

Di facile realizzazione, si preparano in circa 30 minuti e richiedono una cottura di 30. La spesa per gli ingredienti è bassa e, per 20 porzioni, c’è bisogno di:

  • 300 gr farina 00
  • 100 gr burro
  • 90 ml Marsala
  • 90 ml latte
  • 30 gr zucchero
  • 1 tuorlo medio
  • 1 pizzico di sale
  • olio di semi per friggere e zucchero a velo q. b.

(per il ripieno)

  • 200 gr ricotta
  • 100 gr zucchero
  • 50 gr cioccolata

Scolare la ricotta così che perda il siero. Una volta asciutta, mescolare con lo zucchero e far riposare in frigorifero almeno 30 minuti. Poi aggiungere il cioccolato, tagliato a pezzetti. Su un piano di lavoro, gettare la farina a fontana e formare un buco al centro. Mischiare, quindi, il burro morbido tagliato a cubetti e tutti gli ingredienti, impastare fino a che non si ottiene un panetto omogeneo, da avvolgere nella pellicola. Lasciarlo riposare in frigo per 30 minuti. Stendere una sfoglia sottile del panetto con il mattarello e, con un coppapasta (diametro 10-13 cm), ricavare diversi cerchi. Al centro di questi mettere un cucchiaino abbondante di crema di ricotta, bagnarne i bordi e chiudere a mezza luna pressando con le dita. Fare così per tutte le porzioni. Friggere in abbondante olio di semi, ad una temperatura di 160°, servire fredde.

Cassatelle salate

Versione con il brodo di pesce. Per cucinarla bisogna usare:

  • 400 gr ricotta
  • 200 gr farina 00
  • sale, parmigiano e noce moascata q. b.

Colare la ricotta per evitare che liberi siero. Aggiungere un pizzico di sale, una grattuggiata di noce moscata e un po’ di parmigiano. Mescolare il tutto per ottenere il ripieno. Per l’impasto, setacciare la farina e inserire sale e uova. Impastare con le mani fino ad ottenere una palla, quindi stendere su un piano di lavoro. Il risultato finale deve essere un composto omogeneo da avvolgere in pellicola trasparente. Farlo riposare in frigo, 30 minuti. Poi, tagliarlo e stenderlo. Ottenere dei cerchi con una coppapasta, al cui interno vanno inserite porzioni di impasto. Chiudere il tutto a mano e pressare i bordi con i rebbi di una forchetta. Cucinarle nel brodo bollente, per circa 5-6 minuti. Servire con una macinata di pepe e trito di prezzemolo.

ULTIMO AGGIORNAMENTO