venerdì, Agosto 12, 2022
HomePersonaggi"Meritavi una vita più lunga", Selvaggia Lucarelli distrutta dal dolore: i lutto...

"Meritavi una vita più lunga", Selvaggia Lucarelli distrutta dal dolore: i lutto improvviso

Anche le persone che sembrano le più dure hanno un cuore che può spezzarsi da un momento all'altro, soprattutto quando qualcuno di molto caro, che ci ha accompagnato per molto tempo perde la vita. Che sia d'improvviso o con preavviso, non cambia nulla nel dolore che si può provare in questa perdita, proprio questo è ciò che è accaduto alla giornalista Selvaggia Lucarelli, che ha dovuto dedicare un ultimo pensiero al compagno di una vita, il suo cane Godzilla.

Selvaggia Lucarelli è conosciuta soprattutto per il suo carattere polemico che ben si addice alla figura della giurata che svolge nel programma Rai condotto da Milly Carlucci, Ballando con le Stelle, ma anche una persona forte e determinata come la giornalista non può fare a meno di sentirsi sopraffatta dal dolore.
Forse alcuni non lo capiranno, ma per altri perdere un animale domestico può essere qualcosa di devastante, un dolore che deve essere poi assorbito e poi somatizzato: per alcune persone gli animali domestici sono i compagni di una vita, degli affetti che è difficile dimenticare. Selvaggia Lucarelli attraverso i social ha annunciato la dipartita del suo cane, Godzilla: chi segue la giornalista, sa che condivide tutta la sua vita con tre animali domestici, due gatti (Evangelion e Coraggio) ed ovviamente, Godzilla.
Selvaggia non ha esitato a dedicare un lungo saluto ad un pezzo del suo cuore.

Ecco cosa ha scritto sui social Selvaggia Lucarelli parlando del suo adorato cane e dandone la notizia ai suoi followers: "Sarai in ogni paperella, pan di stelle, pizza margherita che vedrò e per cui andavi pazzo. Sarai nelle cose che ti piacevano e nelle cose che hai rincorso, nei piccioni, negli uccellini, nelle libellule dell’ultima estate insieme. Sarai nei gatti di casa che ti hanno conosciuto per poco e che guardavi come si guardano i bambini scalmanati, con il muso da anziano paziente e in fondo un po’ divertito. Ti abbiamo chiamato Godzilla per scherzo e invece, alla fine, sei stato degno del tuo nome fino all’ultimo. Sei stato l’eroe del mio bambino, il suo amico dell’adolescenza, la creatura preferita di Lorenzo. Sei stato nei miei libri, nelle gite in montagna, sotto le scrivanie degli hotel e le sedie al ristorante. Meritavi una vita più lunga, meritavi una vita più facile, ma ti giuro piccoletto, ci siamo impegnati perché potesse essere davvero vita fino all’ultimo. Sarai sempre il nostro cane, non ti dimenticheremo mai. E vedi se finalmente ti riesce di catturare una libellula, sarebbe anche ora. Ti amo."
Leggi anche: "Non vedo l'ora che arrivi il giorno del matrimonio!", l'annuncio della protagonista di Un Posto Al Sole: ecco di chi si tratta

LEGGI ANCHE...