sabato, Febbraio 4, 2023

Christian De Sica, il dramma pesantissimo: "Rimasto senza una lira, pieno di debiti"

C'è un attore italiano che ha fatto una confessione scioccante. Le sue performance hanno messo in luce un genere tutto nuovo, ma non sempre analizzato e visto in positivo... Di chi stiamo parlando? Di Christian De Sica, ovvio! E dei suoi meravigliosi cinepanettoni, che hanno fatto ridere moltissimo tutti coloro che li hanno visti. In effetti, quest'uomo ha lavorato con Massimo Boldi nel corso degli anni e insieme hanno dato vita a questo nuovo genere e a film cui gli spettatori sono rimasti affezionati. Come è cosa nota, Christian è figlio di Vittorio De Sica, uno dei più grandi registi, attori e sceneggiatori della storia del cinema, mentre suo zio ha firmato la composizione di colonne sonore in diverse pellicole famose. All'inizio il giovane De Sica voleva diventare celebre per il suo talento vocale, al punto che decise di partecipare al Festival di Sanremo del 1973, senza successo.

Solo in un secondo momento decise di seguire le orme del padre e si dedicò alla cinematografia, debuttando nel film "La madama" di Duccio Tessari nel 1976. A partire dal 1983, con il suo primo film che inaugurò la nuova moda dei cinepanettoni, chiamato Vacanze di Natale, diventò il volto fondamentale del genere in coppia con Massimo Boldi, con il quale collaborò per molti anni. Tuttavia, una lite ha portato la coppia a separarsi e poi a riunirsi solo diverso tempo dopo. A celebrare la loro pace fu il film del 2018 Amici come prima. Professione a parte, Christian De Sica ha rivelato di essere arrivato a pesare quasi 105 kg e ha affermato di aver sempre dovuto seguire una dieta per restare in forma. All'interno di un'intervista ha detto: “Ogni anno prima di Natale mi trovo a dover perdere qualche chilo. È la solita tragedia. La tragedia della mia vita. È così da quando avevo 12 anni e pesavo 105 chili." 

Sebbene abbia una carriera illustre e un grande successo alle spalle, anche Christian De Sica ha dovuto affrontare un momento molto difficile nella sua vita. Tempi drammatici e bui. Tutto ha a che fare con la morte del padre Vittorio che ha lasciato molti debiti per la sua brutta abitudine al gioco d'azzardo, mai celata né dal regista che dal figlio. Il grande "director" ha lasciato una marea di debiti al figlio proprio quando era in procinto di iniziare la sua carriera, tanto che in un'intervista Christian ha ammesso: “Io e Silvia, mia moglie, abbiamo sentito i crampi allo stomaco. Mio padre era morto da poco, io ero senza una lira in tasca, avevo solo i debiti precedenti. All’epoca saltavamo i pasti… e pensare che vengo da una famiglia all’antica, dove dovevamo stare tutti a tavola e si mangiava dall’antipasto al gelato”.

LEGGI ANCHE: Christian De Sica torna a parlare del film LGBT: "Farlo con un uomo? Doloroso"

LEGGI ANCHE...