domenica, Settembre 25, 2022
HomeSud ItaliaPersonaggiLe sorelle Selassié parlano di loro padre: dal carcere alla povertà

Le sorelle Selassié parlano di loro padre: dal carcere alla povertà

La sesta edizione del Grande Fratello Vip è giunta al termine da appena una settimana e Jessica Selassié, vincitrice del reality, insieme alle sorelle Lulù Selassié e Clarissa Selassié sono state ospiti nel salotto di Verissimo da Silvia Toffanin.

Come tutti sanno, le sorelle Selassié sono Principesse Etiopi e presunte discendenti della dinastia Hailé Selassié, l'ultimo imperatore di Etiopia detronizzato nel 1974. Tuttavia, la loro discendenza sembra essere fasulla e le ragazze non sarebbero vere principesse. Ad ogni modo, le sorelle Selassié ospiti dalla Toffanin hanno raccontato di aver vissuto un momento di povertà nella loro famiglia.

Ad affrontare per prima il discorso è stata proprio Jessica, che dice: “Abbiamo passato un periodo di povertà. Non era tanto tempo fa. Ci siamo ritrovati da soli senza niente. Tutti quelli che erano i nostri amici e che si divertivano con noi sono spariti e noi abbiamo trovato la forza di ricominciare e andare avanti.  Chi ci ha aiutato a risollevarci? Ci siamo date da fare anche noi, nel nostro piccolo abbiamo fatto un sacco di lavoretti come baby sitter e ripetizioni di inglese. Ci siamo rimboccate le maniche”.
Leggi anche: Lulù Selassié, il terribile dramma: "Peggio di un incubo, avevo solo 15 anni"

Le Sorelle Selassié parlano del padre in carcere

Jessica ha poi continuato aggiungendo: “Noi sapevamo che sarebbe potuto accadere (che qualcuno mettesse in discussione le nostre radici), in passato questa cosa aveva già tormentato nostro papà. La nostra famiglia però ha spiegato tutto con un comunicato. Non siamo persone che raccontano di essere qualcuno per andare in televisione. Nostro papà è stato il primo a supportarci per andare al Grande Fratello Vip”.
Leggi anche: Soleil Sorge, arriva la vendetta: prende in giro così Jessica Selassié e Barù

Successivamente anche Lulù Selassié esprime la sua dichiarando: “Quando nostro padre è stato arrestato è stato per noi un trauma perché ovviamente nessuna di noi si poteva aspettare una cosa del genere. Ci siamo date affetto l’un l’altra. Non eravamo felici, certo. Nostro padre è tutt’ora in carcere e stiamo aspettando che la giustizia faccia il suo corso”.

Jessica conclude poi dicendo: “Non ci vergogniamo di nostro padre. All’inizio ci sentivamo in colpa ad aver accettato il Grande Fratello Vip sapendo che nostro padre era in carcere. Noi attendiamo il processo. Nostro padre come uomo l’ammiriamo, ci ha dato la vita, gli vogliamo un bene infinito. Quel che sarà, sarà”.
Leggi anche: Lulù Selassié, dopo giorni spunta fuori la verità: "Ha mentito su tutto"

LEGGI ANCHE...