martedì, Settembre 28, 2021
HomeEventiLa mostra di Salvator Dalì in un comune del Sud: le xilografie...

La mostra di Salvator Dalì in un comune del Sud: le xilografie della 'sua' Divina Commedia

In questo piccolo comune del Sud ammirare le opere di Salvator Dalì, una mostra della surreale 'Divina Commedia' dal 28 Maggio al 6 Giugno

E' partito il 28 Maggio il viaggio attraverso le surreali opere di Salvator Dalì ispirate alla Divina Commedia dantesca: una mostra, che si terrà nel piccolo comune campano, Casalnuovo di Napoli, nella bellezza e nelle opere visionarie di un grande artista, colui che ha rivoluzionato il mondo della pittura e dell'arte. La mostra indetta per partecipare alle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, terminerà il 6 Giugno.

L'iniziativa è patrocinata dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni istituito dal Ministero della Cultura: ospitata nel piccolo Museo Biblioteca Sociale 'Giacomo Leopardi' per l'iniziativa 'Una città che scrive...', la mostra ha già dimostrato di essere molto gradita grazie all'affluenza del primo giorno e le moltissime prenotazioni per i giorni successivi.

Giovanni Nappi, curatore della mostra e direttore della Biblioteca Sociale 'Giacomo Leopardi' commenta così l'andatura dell'evento nel suo primo giorno: "Registrare, sin dalle primissime ore, la prenotazione per le visite guidate alla nostra mostra da parte di centinaia di ragazzi del territorio mi riempie il cuore di gioia. Ringrazio le scuole. Sentirsi parte della comunità educante è molto gratificante."

All'interno della Biblioteca sociale di Casalnuovo sarà possibile anche ammirare moltissime sculture e medaglie di bronzo realizzati da tanti artisti del 900' italiano: Pericle Fazzini, Emilio Greco, Giacomo Manzù e Goffredo Verginelli. Saranno esposte anche delle edizioni pregiate della 'Divina Commedia' e della 'Vita Nuova' (sempre di Dante Alighieri).

L'esposizione però, è ulteriormente arricchita da moltissime versioni della 'Divina Commedia' di altri autori: la versione edita da Giovanni Boccaccio, le suggestive incisioni di Gustave Dorè, i dipinti di Ernesto Treccani e le oniriche xilografie di Salvator Dalì (firmate e in tiratura limitata).

Vi ricordiamo che secondo le disposizioni anti  - covid è possibile visitare la mostra solo dopo aver effettuato la prenotazione e che le visite guidate si svolgeranno al raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto dall'organizzazione. Per informazioni è possibile scrivere una mail a questo indirizzo: unacittà[email protected] 

 

LEGGI ANCHE...