Nuovo look per un lungomare del Sud: “Così valorizziamo la costa cittadina”

Approvato il progetto esecutivo che renderà il Lungomare di Napoli un'area pedonale a dimensione di tutti i cittadini



Il lungomare di Via Partenope a Napoli si rifà il look: il progetto esecutivo, approvato dal Comune di Napoli, prevede lavori di riqualificazione che renderanno l’intera area un luogo d’incontro e passeggio, in bicicletta o a piedi, perfetto per chi ama lo sport all’aria aperta o per chi vuole solo sedersi e concedersi un momento di relax ammirando lo spettacolare golfo.

Il progetto esecutivo, chiamato ‘Riqualificazione ciclo -pedonale del lungomare di Napoli, tratto compreso tra Piazza Vittoria e Molosiglio‘, consegnato all’Amministrazione Comunale è il risultato di una gara internazionale di progettazione redatta dall’R.T.P. (Studio Discetti Servizi Integrati di Ingegneria e Tecno In S.P.A.) e prevede lavori di riqualificazione, finanziati dai fondi POC Metro per un totale di 13,5 milioni di euro.

Si parte dalla completa ri – pavimentazione del lungomare, sostituendo all’asfalto le pietre laviche provenienti dall’Etna con inserti in pietra di Trani, rendendo in questo modo tutto il litorale costiero area pedonale; ridefinendo la sede stradale verrà posta una pista ciclabile a doppia corsia e i marciapiedi lato edifici verranno ampliati. Si è posta l’attenzione anche sulla perfetta fruizione dello spazio pubblico attraverso nuovi elementi di arredo urbano: panchine, sedute di vario genere e moltissimi spazi verdi.

Verranno poste due corsie veicolari che potranno essere utilizzate per il transito di mezzi d’emergenza, per i veicoli autorizzati al carico e scarico di prodotti per le varie attività presenti sul lungomare e per i veicoli diretti agli alberghi e le autorimesse dell’area. Il nuovo assetto permetterà al litorale di adeguarsi a possibili emergenze, come spiega la nota di Palazzo San Giacomo: Tale configurazione spaziale consente la massima flessibilità nell’uso della strada per le diverse esigenze che nel tempo potrebbero rendersi necessarie, comprese particolari situazioni d’emergenza per le quali potrà essere utilizzata come via di fuga”.

La nota continua sull’allestimento di un nuovo impianto di illuminazione: “Il progetto esecutivo costituisce la base per l’indizione della gara lavori che riguarda anche la ri – funzionalizzazione del sistema di raccolta delle acque piovane e degli impianti fognari, e l’adeguamento dell’impianto di pubblica illuminazione attraverso sistemi sostenibili e di risparmio energetico.