E’ del Sud la nonna d’Italia, Marietta compie 112 anni: “sei la speranza di una Nazione”

Nonna Marietta è sopravvissuta a due Guerre Mondiali, all'epidemia di febbre spagnola e attende il suo turno per il vaccino anticovid

Foto Profilo Facebook Danny Catalano


All’anagrafe Maria Oliva è nata il 16 Aprile del 1909, oggi la nonna d’Italia festeggia 112 anni; è in piena salute, vigile e presente con un legame profondo con i suoi figli e nipoti ma non solo: tutta Piazza Armerina, il piccolo paesino nella provincia di Enna in Sicilia, le vuole bene e l’abbraccia virtualmente in questo giorno tanto speciale.

Nonna Marietta ha vissuto i più grandi avvenimenti storici del 900′, dalla Prima Guerra Mondiale, la salita al potere di Benito Mussolini e il fascismo, la Seconda Guerra Mondiale. Ha vissuto e sconfitto la Febbre Spagnola, la pandemia che ha terrorizzato il mondo tra il 1918 e il 1920 (con quasi 50.000.000 morti), ed ora Marietta affronta un altra sfida, quella del Covid 19, la pandemia che da un’anno imperversa in tutto il mondo.

Marietta attende, con la saggezza della sua età il vaccino anticovid, ma è in perfetta salute e tutti le augurano, i suoi 8 figli e i 58 nipoti e pronipoti di essere vivere per altri 100 anni, con l’affetto e l’amore che ha sempre dimostrato per l’intera famiglia e comunità. E’ proprio uno dei suoi nipoti, Danny Catalano a scrivere per lei un post di auguri commovente sul suo profilo social: un messaggio pieno d’amore e orgoglio.

Ecco quanto scrive:
“16/04/1909 – 16/aprile/2021
~solamente +112~
Un SECOLO, un DECENNIO e DUE anni.
Eccomi qui, puntuale come ogni anno cara bisnonna, per farti tantissimi auguri per il traguardo raggiunto: oggi spegni 112 candeline. Purtroppo da due anni a questa parte non è più la stessa festa, non possiamo festeggiarti alla grande, ma non posso farti passare inosservata.

Sei stata la madre e dopo nonna per la tua famiglia e con gli anni sei diventata anche la nonna della città di Piazza Armerina, della provincia di Enna e poi della Sicilia, arrivando ad esserlo del Sud Italia e dal 23 giugno 2020 NONNA d’ITALIA. Sei la nonna di tutti gli italiani e ancora sei la speranza di un popolo, soprattutto in questo periodo storico e proprio l’anno scorso alla fine di un’intervista dicevi: “verso la LIBERTÀ”.

Una parola forte ed intensa di una donna che ha attraversato un secolo e un decennio, una persona ricca di testimonianze e particolari. Parlando di storia chi meglio di te può raccontare gli eventi storici della nostra Nazione. Dalla 1° Guerra Mondiale, l’ascesa dal fascismo, l’influenza Spagnola, la dittatura fascista, la 2° Guerra Mondiale fino a quando l’Italia è LIBERA.

Il primo voto per le donne italiane e lo storico referendum Monarchia o Repubblica, il primo governo, la prima Repubblica, la Costituzione più bella del mondo, la nascita dell’Unione Europea, il boom economico, l’arrivo dell’era digitale fino alla conversione verso una moneta unica europea: l’euro. Hai incontrato e visto gente illustre della nostra nazione arrivando alla stretta di mano con Papa Francesco in visita nella nostra città nel settembre 2018. Infine come se non bastasse vivi un’altra pandemia simile a quella di quasi 100 anni prima: il Covid-19.
SEI LA SPERANZA DI UNA NAZIONE.
Tantissimi auguri nonna +112.
W a Ze Marietta.”

 

 

16/04/1909 – 16/aprile/2021
~solamente +112~
Un SECOLO, un DECENNIO e DUE anni.
Eccomi qui, puntuale come ogni anno…

Pubblicato da Danny Catalano su Giovedì 15 aprile 2021