Il nuovo Commissario all’Emergenza Covid è del Sud: ecco chi sostituisce Arcuri

Il nuovo Commissario straordinario scelto da Draghi è meridionale. Nella sua carriera ha maturato esperienze e ricoperto tantissimi incarichi nella Forza Armata dell'Esercito

Screen Video Facebook tratto da un servizio del Tg3


Anche il nuovo Commissario all’Emergenza Covid è meridionale. Mario Draghi in queste ultime ore ha deciso di sostituire il calabrese Domenico Arcuri, scelto un anno fa da Giuseppe Conte come Commissario straordinario delegato per fronteggiare l’emergenza Coronavirus in Italia. Al suo posto il Presidente del Consiglio ha nominato il Generale di Corpo d’Armata, Francesco Paolo Figliuolo.

“A Domenico Arcuri – si legge in una nota di Palazzo Chigi – i ringraziamenti del Governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito da lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese”.

Arcuri ha così commentato all’Ansa la decisione del nuovo governo: “Oggi si è conclusa la mia esperienza da Commissario per l’Emergenza Covid-19. E’ stato un anno straordinario e sono riconoscente a chi mi ha dato la possibilità di occuparmi della più grande emergenza che la storia recente ricordi. Sono onorato di aver servito il mio Paese in una stagione così drammatica. Auguro al generale Francesco Paolo Figliuolo buon lavoro, certo che saprà affrontare con competenza il compito cui è stato chiamato“.

Il nuovo Commissario all’Emergenza Covid scelto da Draghi è originario di Potenza. Nella sua carriera ha maturato esperienze e ricoperto tantissimi incarichi nella Forza Armata dell’Esercito, interforze e internazionale. E’ stato Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa e dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell’Esercito.

All’estero il nuovo Commissario straordinario ha maturato esperienza come Comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione Isaf e come Comandante delle forze Nato in Kosovo (settembre 2014 – agosto 2015). Il generale Figliuolo è stato più volte insignito di numerosi riconoscimenti al valore: tra le più importanti la decorazione di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, la Croce d’Oro, ed una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito e Nato Meritorius Service Medal.

“Metterò tutto me stesso e tutto l’impegno possibile per fronteggiare questa pandemia. Lavorerò per la nostra patria e i nostri connazionali – la prima dichiarazione del generale Francesco Paolo Figliuolo – La nomina è stata un fulmine a ciel sereno, Per me una grande attestazione”.