La Cnn consiglia il Sud: ecco i tre borghi più belli d’Italia ‘Covid Free’

Il quotidiano statunitense esalta ancora una volta il Sud. Tra i dieci borghi più belli e 'Covid Free' d'Italia tre sono meridionali



La Cnn esalta ancora una volta il Sud con un articolo dedicato ai dieci più borghi più belli d’Italia da visitare in questo periodo di pandemia da Covid-19, luoghi perfetti per il distanziamento sociale e dunque “Covid free”. Lo speciale del giornale statunitense che rende omaggio ai borghi italiani si intitola “The Italian towns perfect for social distancing”, “Le città italiane perfette per il distanziamento sociale”. Tra le dieci città italiane inserite nella classifica tre sono meridionali: Monte Sant’Angelo (Foggia), Casoli (Chieti) e Tropea (Vibo Valentia).

Monte Sant’Angelo – Puglia

“Situato sulle pendici meridionali del Monte Gargano, Monte Sant’Angelo è una delle famose ‘cittadelle bianche’ della Puglia, chiamate così per le loro pittoresche case bianche e gli edifici. Il villaggio appartato ospita due siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: Foresta Umbra, un’antica faggeta che si crede sia incantata e il santuario di San Michele Arcangelo, uno di un gruppo di sette monumenti significativi in ​​Italia che evidenziano le conquiste della tribù germanica Longobardi (o Longobardi). Quest’ultimo, un santuario all’Arcangelo Michele, è un complesso di edifici, tra cui una chiesa, costruita intorno a una mistica grotta. Oltre ai suoi magnifici siti storici, la cittadina collinare offre fantastiche vedute del Gargano e ospita varie feste tradizionali in cui i visitatori possono provare alcuni dei migliori piatti gastronomici pugliesi come le orecchiette fatte in casa con le rape e i ‘biscotti dell’ospite’, che sono ripieni di mandorle tostate”.

Casoli – Abruzzo

“Casoli può essere uno dei luoghi meno conosciuti d’Abruzzo, ma il borgo medievale è anche uno dei suoi più intriganti grazie ai tanti bellissimi murales che ricoprono i suoi edifici. Circondato da vigneti e uliveti, il borgo medievale è un labirinto di vicoli pieni di palazzi decorati e abitazioni colorate, che si snodano fino al sovrastante Castello Ducale, costruito dai Normanni nell’XI secolo. Situata a 1.240 piedi sul livello del mare, Casoli si affaccia su un mosaico di foreste, canyon, laghi e fiumi, offrendo panorami straordinari che si estendono dalle selvagge montagne della Majella, alle capanne dei pescatori della costa dei Trabocchi sulla costa adriatica. La città offre una serie di specialità culinarie come una pasta corta e annodata chiamata cazziarelli e mela piana che esiste da tempi antichi. C’è anche l’animazione sotto forma di fiere artigianali e l’annuale Festa di Santa Reparata e San Gilberto, in onore di due santi patroni di Casoli”.

Tropea – Calabria

Tropea

“La leggenda vuole che Tropea sia stata fondata dall’eroe mitologico Ercole. Famosa per le sue sane cipolle rosse, la cittadina sulla costa calabrese è soprannominata la ‘perla del Tirreno’. Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, si trova lungo la mitologica ‘Costa degli Dei’, famosa per le sue splendide scogliere di granito bianco, le insenature appartate, le acque blu scintillanti e le spiagge idilliache. Ricca di vicoli vibranti e palazzi, la pittoresca chiesa di Santa Maria dell’Isola, che sorge su uno sperone di mare sporgente a forma di tartaruga che incombe su una spiaggia popolare, è il simbolo ufficiale della città”.