venerdì, Febbraio 3, 2023

'Natale in Casa Cupiello': sulla Rai il remake con Sergio Castellitto

Un progetto pensato per omaggiare il Maestro nell'anniversario dei 120 anni della sua nascita che ricorre nel 2020

A Natale andrà in onda su Rai 1 il remake di "Natale in casa Cupiello", la celebre commedia di Eduardo De Filippo scritta nel 1931. Nel cast d'eccezione Sergio Castellitto (nei panni di Lucariello interpretato nella versione originale dal grande Eduardo), Marina Confalone, Adriano Pantaleo, Toni Ludadio, Pina Turco, Antonio Lapice e Antonio Milo.

Prodotto da Picomedia, l'adattamento della commedia di De Filippo porta le firme di Edoardo De Angelis e Massimo Gaudioso. Il set scelto è un appartamento situato in Via Tribunali, nel centro storico di Napoli. "In occasione della sua ultima apparizione in pubblico nel 1984, Eduardo disse che il suo cuore avrebbe continuato a battere anche dopo che si sarebbe fermato. Io oggi in questo luogo posso constatare che ha mantenuto la promessa", ha spiegato ai microfoni di Repubblica Edoardo De Angelis.

"Fare 'Natale in Casa Cupiello' oggi – ha aggiunto Sergio Castellitto – credo sia un gesto artistico di grande modernità. La drammaturgia eterna, archetipa dei personaggi te la ritrovi tutta nelle relazioni familiari di oggi. Edoardo De Angelis ci sta accompagnando per mano in questa gioielleria di emozioni, e noi lì a lucidare, per noi, per lui, per Eduardo". 

"Abbiamo scelto questo grande capolavoro quale primo titolo di una collezione di film per la televisione tratti dalle commedie di Eduardo De Filippo – ha sottolineato Roberto Sessa, amministratore delegato di Picomedia – perché era nostra intenzione fare un regalo al pubblico televisivo dopo un anno così complicato e doloroso. Un progetto pensato per omaggiare il Maestro nell'anniversario dei 120 anni della sua nascita che ricorre nel 2020".

Le origini della commedia

Come nasce l'idea di "Natale in casa Cupiello"? Sicuramente non è noto a tutti che la commedia napoletana fu ispirata dalla famiglia Colucci originaria dell'isola di Ischia. I fratelli De Filippo trascorrevano molto tempo sull'isola e molto spesso si recavano a casa del pittore Vincenzo Colucci. Il nipote del pittore, Sandro Petti, dichiarò in un’intervista che molte delle situazioni presenti nel testo teatrale di De Filippo erano state ispirate dalla sua famiglia. È proprio qui che il regista partenopeo prende spunto per il siparietto tormentone della commedia: "Te piace ‘o presepe?"

Anche lo stesso De Filippo dichiarò più volte che la famiglia di cui tratta nella commedia è davvero esistita, solo che il suo vero nome non era "Cupiello" e oltre questo non sappiamo nient'altro. Si sa solo che i De Filippo trascorrevano quasi sempre le vacanze di Natale a casa della famiglia Colucci a Ischia.

LEGGI ANCHE...