venerdì, Settembre 17, 2021
HomeRegione SiciliaEmergenza Covid, un altro aeroporto del Sud premiato per le misure di...

Emergenza Covid, un altro aeroporto del Sud premiato per le misure di sicurezza

Lo scalo è stato premiato per le capacità della struttura di mettere in atto le azioni di contenimento del virus, garantendo ai viaggiatori una situazione di totale sicurezza

Dopo l'Aeroporto di Lamezia Terme, anche un altro scalo meridionale ha ricevuto il prestigioso riconoscimento Airport Health Accreditation rilasciato dall'Airports Council International, l'associazione internazionale che rappresenta più di 1.900 aeroporti e che sviluppa standard, politiche e best practice per gli aeroporti fornendo opportunità di informazione e formazione per elevare gli standard di sicurezza in tutto il mondo.

Si tratta dell'Aeroporto "Falcone Borsellino" di Palermo, premiato per le capacità della struttura di mettere in atto le azioni di contenimento del virus, garantendo ai viaggiatori una situazione di totale sicurezza. Il grande traguardo è giunto dopo una dettagliata analisi e un periodo di monitoraggio sulle misure sanitarie attivate per far fronte all'emergenza ancora in corso.

Le azioni messe in atto dai responsabili dello scalo siciliano risultano in linea con le raccomandazioni dell'Organizzazione Internazionale dell'Aviazione Civile, con l'Agenzia Europea per la sicurezza aerea, con il protocollo del Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e le linee guida negli aeroporti, insieme alle migliori pratiche del settore.

Inoltre, nell'aeroporto palermitano da qualche giorno è in funzione la nuova "Covid-19 Test Area" per l'esame dei tamponi per i passeggeri in arrivo da Belgio, Francia, Paesi Bassi, Inghilterra, Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. Gran parte dei passeggeri in arrivo ha presentato, presso l'info point nell'area ritiro bagagli, l'attestazione di test molecolare o antigenico effettuato con esito negativo nelle 72 ore antecedenti l'ingresso in Italia, in modo da non dover ripetere il test.

Al resto dei passeggeri in arrivo sono state date le indicazioni per recarsi alla "Covid-19 Testa Area", a circa 600 metri da terminal, raggiungibile a piedi attraverso il percorso pedonale indicato dalla segnaletica all'uscita del terminal arrivi: "Ricordiamo che i tamponi sono obbligatori per i passeggeri provenienti dai paesi considerati a rischio Covid.

Bisogna fare il test gratuito in aeroporto o, entro 48 ore dall'ingresso nel territorio nazionale, presso le Asp (Azienda sanitaria provinciale) territoriale, con la raccomandazione - in attesa di sottoporsi al test - di restare in isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora, anche temporanea", si legge sulla pagina facebook dell'Aeroporto Internazionale di Palermo "Falcone Borsellino".

"Per ridurre i tempi di attesa necessari per lo screening sanitario, Gesap, la società di gestione dell'aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino, ha predisposto una pagina sul proprio sito https://www.aeroportodipalermo.it/test-covid19-form/ utile alla compilazione online dei moduli di registrazione necessari per il tampone - si continua a leggere nel post - L'invio del form di registrazione equivale a una pre-accettazione, ovvero la volontà di fare il tampone una volta arrivati all'aeroporto di Palermo, che potrà essere fatta con largo anticipo rispetto al giorno di arrivo, assieme alla compilazione online dei moduli.

La pre-accettazione non determina un ordine di prenotazione, ma riduce notevolmente i tempi di attesa visto che queste procedure vengono fatte di solito a mano dai tecnici Usmaf nella modalità intervista. Scorrendo le foto trovate i QR Code per scaricare il percorso dal Terminal al Covid 19 Test Area e il volantino con tutte le informazioni".

LEGGI ANCHE...