‘Case a un euro’, arriva l’iniziativa a pochi chilometri dalla spiaggia dorata

Gli interessati avranno soltanto l'obbligo di ristrutturare le abitazioni entro un periodo di tre anni dall'acquisto

Bosa Marina


Ultimamente al Sud sta spopolando un’iniziativa per acquistare case spendendo soltanto un euro. Vi avevamo già parlato in diversi articoli del progetto tutto meridionale nato per valorizzare i borghi poco abitati o a rischio di spopolamento. Questa tendenza tempo fa non era sfuggita nemmeno agli investitori internazionali, che hanno fatto comparire più volte questa strategia economica sui più importanti portali delle aziende immobiliari.

Con l’avvio della Fase 2 è stata in particolare la città di Taranto ad essere protagonista di questa iniziativa, con l’obiettivo di dare impulso al recupero e al rilancio della città pugliese. A tal proposito, alla fine del mese di maggio la giunta del sindaco Rinaldo Melucci ha approvato l’atto di indirizzo relativo al programma “Case a un euro”. Nella città vecchia di Taranto sono stati individuati una serie di immobili di proprietà comunale e abbandonati da tempo, che saranno assegnati ai privati al prezzo di un euro, con l’unica condizione che siano gli acquirenti ad occuparsi dei costi ripristino e di recupero dell’abitazione.

Adesso il progetto “Case a un euro” è arrivato anche in Sardegna, con l’obiettivo di ripopolare il Comune di Montresta, in provincia di Oristano, a pochi chilometri di distanza dalle meravigliose spiagge con la “sabbia dorata” di Bosa Marina, situata sulla costa occidentale dell’isola. Paesino con poco più di 400 abitanti, anche Montresta ha messo a disposizione degli acquirenti case alla cifra simbolica di un euro, un’iniziativa lanciata dal Comune per rivalorizzare il centro storico e far fronte allo spopolamento.

Come nel caso di Taranto, gli interessati avranno soltanto l’obbligo di ristrutturare le abitazioni entro un periodo di tre anni dall’acquisto per dare loro nuova vita. Oltre che a ripopolare il piccolo borgo meridionale, il progetto mira a ripristinare gli immobili del centro storico abbandonati o che si trovano in condizioni di degrado. Una volta restaurate, le case possono anche essere rese a piccole attività commerciali o turistiche.