Sub colto da un malore al Sud: salvato dalla Guardia Costiera

Un uomo di circa 80 anni aveva raggiunto da solo una spiaggia impraticabile via terra ed era stato notato da alcune persone che hanno lanciato subito l'allarme



Continuano le operazioni straordinarie di soccorso al Sud. In questa strana stagione estiva vi stiamo raccontando dei tantissimi interventi di salvataggio da parte della Guardia Costiera, dei Carabinieri, del Soccorso alpino e dei Vigili del Fuoco. Come quello dei militari della Capitaneria di Porto di Siracusa, che hanno compiuto un miracolo grazie all’eccezionale soccorso di quattro persone che navigavano su una barca in difficoltà per un incendio a bordo in prossimità di Cala Rive Bianche: tutti gli uomini sono stati salvati grazie all’impiego tempestivo di una motovedetta.

Oggi invece vi parliamo di un’altra tempestiva operazione avvenuta nella mattinata di giovedì 13 agosto: la Guardia Costiera di Salerno ha prestato soccorso ad un sub colto da un malore nella località balneare di Marina D’Albori, situata nel Comune di Vietri sul Mare, in provincia di Salerno. Il sub, un uomo di circa 80 anni, aveva raggiunto da solo una spiaggia impraticabile via terra ed era stato notato in stato di agitazione da alcune persone che subito hanno lanciato l’allarme alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Salerno.

Così la Guardia Costiera ha inviato immediatamente la motovedetta dedicata in via esclusiva a questo tipo di soccorso via mare che, in pochissimi minuti, ha raggiunto il sub anziano. L’uomo, trovato quasi in uno stato di incoscienza, è stato recuperato e messo in salvo dai militari e trasportato subito al Molo Manfredi del Porto di Salerno, dove gli operatori sanitari del 118 si sono presi brillantemente cura di lui per poi trasferirlo al nosocomio della città campana.

Dopo l’accaduto, come riporta il quotidiano SalernoToday, è arrivato l’appello della Capitaneria del Porto: “Con l’approssimarsi del fine settimana più caldo della stagione, si rinnova l’invito a rispettare le norme vigenti per una balneazione sicura e ad adottare il buon senso prima di intraprendere attività in acqua”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO