Il ‘Telegraph’ consiglia il Molise: è la meta perfetta per una vacanza italiana

Le testate internazionali continuano ad elogiare le meraviglie del Sud Italia: ecco perché bisogna assolutamente fare un viaggio in Molise



Ancora una volta il quotidiano britannico “The Telegraph” ha dedicato un articolo alle bellezze del Sud Italia. Dopo aver invitato di recente i suoi lettori a visitare l’Italia una volta terminata l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus, elencando tutti i motivi per cui vale davvero la pena fare un viaggio nei nostri magnifici luoghi, adesso arriva un altro articolo firmato da Sasha Vasilyuk in cui viene esaltata in particolare una regione del Sud, perlopiù sconosciuta soprattutto ai turisti stranieri: il Molise.

Si intitola “The fascinating Italian region you’ve probabily never hear of”, ovvero “L’affascinante regione italiana di cui probabilmente non avete mai sentito parlare”: un lungo articolo in cui vengono tessute le lodi della bellissima regione meridionale, con questo incipit: “Il silenzio dell’Anfiteatro di Pietrabbondante era così assoluto che potevo quasi sentire la folla che vi sedeva più di duemila anni fa. Dopo essermi inchinata ai 2.500 membri del mio pubblico invisibile, mi sono girata per vedere mio marito, l’unica altra persona in questo sito archeologico che è stato completato intorno al 95 d.C.”

“Una visita così tranquilla sarebbe quasi impossibile alle rovine di Roma o Pompei”, ha scritto la giornalista inglese, aggiungendo che nel Molise non manca nulla, né la neve per sciare in inverno, né le cene a base di pesce da consumare in estate, in riva al mare. Situata appena sopra la Puglia, secondo il quotidiano britannico questa è una meta dell’Italia da rivalutare assolutamente. Oltre ai suoi siti archeologici ricchi di storia, uno dei motivi per cui scegliere la regione del Sud è anche il mare.

Qui si possono infatti trovare località balneari meravigliose come Termoli, oppure Marina di Montenero, Campomarino Lido e Petacciato Marina, uno dei centri turistici più belli di tutto il Molise, ultimamente elogiato anche dai media nazionali per il suo “modello virtuoso” di spiaggia libera, gestita nel totale rispetto delle misure di distanziamento. Poi ancora le città, partendo dal suo capoluogo, Campobasso, la cui meraviglia è esaltata dalle costruzioni eleganti e dai meravigliosi giardini, e Isernia, un tesoro meridionale ricco di storia antica.

Non è la prima volta che il Molise viene consigliato ai suoi lettori dalle testate internazionali. Ricordiamo che anche il prestigioso New York Times, a inizio anno, ha inserito la regione meridionale nella lista dei 52 posti da visitare nel 2020, insieme alla meravigliosa Sicilia. Il celebre quotidiano statunitense, a proposito del Molise, scrisse: “Non ne avete mai sentito parlare? Non sentitevi in imbarazzo”. Secondo gli esperti è l’opzione perfetta per chi è alla ricerca di paesaggi tradizionali e incontaminati: le sue montagne, le coste molto pulite e le aree archeologiche come Saepinum hanno fatto iscrivere un anno fa la regione nelle liste dell’Unesco per la pratica della transumanza.

ULTIMO AGGIORNAMENTO