Valle dei Templi, ritornano le albe tra i personaggi dell’Iliade di Omero

Un'esperienza senza tempo che al percorso guidato da esperti archeologi unisce i "quadri teatrali" curati da Gaetano Aronica e Giovanni Volpe

Agrigento
Valle dei Templi - Tempio della Concordia


Tutto pronto per il ritorno delle albe alla Valle dei Templi. Tornano infatti alla vigilia di Ferragosto per sei appuntamenti imperdibili. Si inizia il 14 agosto dalle ore 4:30, poi il 16 il 23 agosto con “Il risveglio dell’umanità”, un’esperienza mozzafiato che al percorso guidato da archeologi esperti unisce i “quadri teatrali” curati da Gaetano Aronica e Giovanni Volpe, che presenteranno sul palco lo spettacolo di circa 15 attori e musicisti.

Il 18, il 19 e il 30 agosto, invece, alle ore 5:00, sarà possibile fare un tour a Sebastiano Lo Monaco, sotto il Tempio della Concordia, con tutti i frammenti dell’Iliade di Omero: dal prode Ettore al saggio Priamo, dalla tenace Andromaca alla bella Elena, e Paride, principe che scatena una guerra a causa del suo amore. Un percorso del tutto suggestivo che conferma la voglia di ripresa dello spettacolare sito archeologico siciliano, che come tutti i musei italiani ha subito una battuta d’arresto a causa della diffusione del Coronavirus.

A seguito dello stop forzato dovuto al lockdown, in questi ultimi tempi i dati sul flusso turistico nella Valle dei Templi sono incoraggianti. La prima domenica del mese di Agosto a ingresso gratuito, infatti, il sito archeologico ha registrato ben 6.774 visitatori: francesi, spagnoli, tedeschi, olandesi, danesi e perfino greci, oltre a tantissimi italiani. Numeri che fanno decisamente ben sperare sull’andamento di tutto il mese. Oltre un migliaio di turisti ha preferito visitare i templi nella suggestiva cornice del tramonto, quindi a pagamento, visto che in quella fascia oraria l’ingresso gratuito era superato.

“Le presenze di così tanti visitatori nella Valle dei Templi durante il fine settimana indicano un interesse crescente verso la Sicilia e testimoniano l’impegno nella valorizzazione di luoghi simbolo della nostra cultura – ha dichiarato ai microfoni di Blog Sicilia Alberto Samonà, assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana – Particolarmente interessante, peraltro, la risposta di accessi nelle ore serali che mostrano come la flessibilità nell’offerta turistico-culturale riscontri il gradimento di un pubblico sempre più esigente ed orientato a cogliere tutti gli aspetti della bellezza dell’isola”.