Turismo, in bici da Nord a Sud per promuovere una reggia meridionale

Una campagna di comunicazione che unisce sport e cultura per promuovere uno dei siti borbonici più belli del Sud Italia

Foto Facebook Roberto Formato


Un tour in bici da Torino a Caserta per promuovere la destinazione meridionale “Real Sito di Carditello”, attraverso una campagna di comunicazione sostenibile e inclusiva. L’idea è di realizzare un itinerario cicloturistico che collega simbolicamente alcuni tra i più importanti siti culturali italiani. Il progetto ambizioso parte da Venaria Reale, in Piemonte, grazie al direttore della Fondazione Real Sito di Carditello, Roberto Formato, in collaborazione con ARI (Audax Randonneur Italia), unica associazione in Italia che omologa i brevetti “Randonnée” internazionali.

La Fondazione nel 2019 ha siglato un protocollo d’intesa con ARI, che ha scelto la Reggia di Carditello, in provincia di Caserta, come “base” del Sud Italia. Grazie a questo accordo, la meravigliosa reggia storicamente appartenuta ai Borbone delle Due Sicilie, è diventata un punto di riferimento per tutti i percorsi cicloturistici nazionali ed internazionali. Questa iniziativa rappresenta una grande opportunità per valorizzare e promuovere il meraviglioso sito meridionale.

“Non abbiamo grandi budget pubblicitari – ha spiegato al quotidiano Il Mattino il direttore Roberto Formato – ma abbiamo un forte legame con il territorio e tanta passione per il nostro sito, che nel corso dei secoli ha subito le ferite del tempo e della criminalità, ed oggi è il simbolo del riscatto e della rinascita nella Terra dei Fuochi. Dove non arriva il denaro, arrivano cuore e muscoli perché la cultura inizia proprio dal benessere psicofisico”.

“Con il nuovo itinerario in bicicletta lanciamo una campagna di comunicazione sostenibile per promuovere il Real Sito di Carditello in tutta Italia, incontrare le comunità locali e cercare di ottenere il brevetto ufficiale che ci consentirà di inserire il percorso della Carditello Reale tra gli itinerari cicloturistici nazionali, stimolando i turisti ed integrando la nostra offerta culturale”, ha concluso il direttore della Fondazione Real Sito di Carditello.

In totale, le tappe dell’itinerario dalla Venaria Reale al Real Sito di Carditello sono le seguenti: Torino-Pavia (29 luglio); Pavia-Berceto (30 luglio); Berceto-Lucca (31 luglio); Lucca-Siena (1 agosto); Siena-Pitigliano (2 agosto); Pitigliano-Roma (3 agosto); Roma-Arpino (4 agosto); Arpino-Carditello (5 agosto). Il team “Carditello Reale”, composto da sette persone, nel corso di ogni tappa ha consegnato un kit per promuovere la destinazione Real Sito di Carditello, con vari gadget dedicati al sito borbonico.

Reggia di Carditello (fonte facebook Fondazione Real Sito di Carditello)