Coronavirus, Università meridionale premiata per la didattica a distanza

L'ateneo meridionale, nel periodo marzo-giugno, è stato premiato dalla maggioranza degli studenti che hanno potuto proseguire in maniera impeccabile i loro studi

Università Catania
Palazzo dell'Università, Catania.


La didattica ai tempi del Coronavirus si è svolta a distanza a causa delle misure anti-contagio. Tanti studenti hanno conseguito la laurea per vie telematiche, e anche le lezioni e gli esami si sono svolti da remoto tramite il computer. Nonostante tutto, gli atenei meridionali hanno saputo reggere molto bene a questo tipo di cambiamenti, e una bella notizia in questo senso arriva dalla Sicilia, dove l’Università di Catania è stata premiata tramite un sondaggio per la didattica a distanza, realizzata impeccabilmente durante il lockdown.

L’ateneo siciliano, infatti, nel periodo marzo-giugno, è stato gratificato dalla maggioranza degli studenti che in una situazione così complicata dovuta all’emergenza Coronavirus sono riusciti comunque a proseguire i propri studi, sostenere gli esami e concludere il percorso accademico tramite la modalità delle lauree online. E’ quanto rivela un sondaggio condotto nelle scorse settimane dall’Università, promosso grazie agli organi di governo e al Presidio di qualità e realizzato con il coordinamento della “cabina di regia” della Comunicazione e dell’Area dei sistemi informativi, al quale hanno preso parte oltre 28 mila studenti sugli oltre 40 mila interpellati.

Tra tutti gli studenti chiamati a dare un giudizio all’operato dell’ateneo catanese durante i mesi di lockdown, l’89% ha spiegato a CataniaToday che “l’Università di Catania ha permesso ai propri studenti di affrontare gli studi in maniera adeguata tramite le lezioni online”. L’indagine dunque ha premiato l’eccellente risposta dell’ateneo nel periodo di “stand-by” dell’attività in presenza, dato che già dal 9 marzo in poi, la piattaforma MsTeams ha consentito l’erogazione delle lezioni online, senza alcune interruzione del calendario didattico.

Il programma straordinario di didattica a distanza è stato supportato dalla stesura e dalla pubblicazione delle linee guide per l’utilizzo della piattaforma, diffuse anche tramite i canali social ufficiali, e a un servizio di assistenza tecnica realizzato dall’Asi. Inoltre, nel periodo di stop delle attività in presenza, l’Università ha aderito a un catalogo di alta formazione online che ha permesso a oltre 7.000 studenti regolarmente iscritti alle lauree triennali e magistrali, ai master, ai dottorati di ricerca e alle scuole di specializzazione di avere accesso garantito a circa 3.800 corsi di alta qualità e 400 specializzazioni, tenuti in lingua inglese e forniti da importanti università e aziende internazionali.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO