Laurea record al Sud: nonno Giuseppe discute la tesi a 97 anni

Si chiama Giuseppe ed è lo studente più anziano d'Italia, forse del mondo: domani discuterà la tesi e raggiungerà il grande traguardo

Screenshot video Facebook Cisco Networking Academy Italia


I sogni e gli obiettivi di una vita possono essere raggiunti anche sulla soglia dei cento anni. A dimostrarlo è una storia che viene dalla Sicilia, precisamente da Palermo, dove Giuseppe Paternò domani diventerà dottore all’età di 97 anni. Conseguirà la laurea in studi storici con una tesi sui luoghi più belli che raccontano il capoluogo siciliano, come Palazzo Steri, sede del Rettorato Universitario di Palermo.

Come racconta il quotidiano “La Sicilia”, Paternò è nato il 10 Settembre 1923. Ha vissuto durante il fascismo, la seconda guerra mondiale, il dopoguerra e gli anni delle lotte sociali e del liberalismo. Prima ha lavorato come fattorino e successivamente in una birreria prima di conseguire il diploma di geometra all’età di 31 anni: la sua priorità era il lavoro, considerando che proveniva da una famiglia povera e non poteva permettersi gli studi, dai lui però sempre desiderati. Preso il diploma, viene assunto alle Ferrovie dello Stato dove è rimasto fino alla pensione.

Nel momento in cui è andato in pensione, nel 2017, Giuseppe decide di realizzare il sogno di una vita: a 94 anni si iscrive al corso di studi storici. Nel suo percorso accademico è stato premiato con tanti 30 e lode e ora concluderà in regola i tempi della laurea triennale, che conseguirà domani pomeriggio presso l’aula della facoltà di Lettere e Filosofia. La relatrice della tesi di Paternò è la professoressa Rossella Cancila.

Alla sua discussione saranno presenti i figli, i nipoti e i pronipoti, che festeggeranno insieme a lui il grande traguardo. Vedovo da nove anni, il 97enne palermitano è lo studente più anziano d’Italia, probabilmente di tutto il mondo. Di recente ha comunicato al rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, che raggiunto il traguardo della triennale penserà subito alla laurea specialistica. Non resta che fare un grandissimo in bocca al lupo a Giuseppe, esempio vivente che, se c’è tanta passione e volontà di perseguire un obiettivo, l’età non rappresenta un ostacolo.