Elisabetta Pandolfino riparte dalla sua città: un premio per il suo “Scatto Mentale”

L'artista meridionale è stata protagonista in tutta la penisola in manifestazioni di rilievo internazionale: dal Taormina Film Festival al Cinema Internazionale di Venezia



Elisabetta Pandolfino, ideatrice siciliana dello “Scatto Mentale”, dopo il periodo di lockdown riparte dalla sua città, Messina. L’artista meridionale è stata protagonista in tutta la penisola in eventi di rilievo internazionale, dal Taormina Film Festival 2018 al Palazzo del Cinema Internazionale di Venezia dove ha esposto le proprie opere, ospite dell’evento “Birth” 2018. Intervistata anche dal Tg1 dalla giornalista Manuela Lucchini il 23 Settembre 2019, è stata anche invitata nella trasmissione “I Soliti Ignoti” in cui è stata elogiata dal presentatore Amadeus al quale ha donato personalmente un’opera personalizzando il suo nome.

La fotografa messinese è stata tra l’altro insignita di vari titoli nella città di Trapani dalla dottoressa Rita Scaringi il 6 e 7 Gennaio 2020, ma successivamente è stata costretta come tutti a fermare la sua corsa a causa dell’esplosione del Coronavirus. Con l’avvio della nuova fase dell’emergenza, però, la Pandolfino riparte dalla sua città d’origine con un premio di buon auspicio, “Una mimosa per te”.

“Ideatrice dello ‘Scatto Mentale’, la rivoluzionaria tecnica e nuova forma d’arte con cui ha portato in alto il nome di Messina, approdando sui più prestigiosi palcoscenici italiani”: la giornalista Patrizia Casale di E-motion ha così motivato il premio consegnato alla Pandolfino dalla Dottoressa Mariella Crisafulli Consigliera di Parità della Regione Sicilia. La Consigliera Regionale di Parità entusiasta di premiare la Pandolfino ha rilevato l’importanza di valorizzare ancor di più talenti di donne che riescono a portare in alto il nome della città di Messina, sottolineando la passione e l’impegno che l’artista Messinese lascia trapelare attraverso le sue opere.

La presentatrice dell’evento ha concluso con un invito di Elisabetta Pandolfino in altri contesti per dimostrare attraverso le proprie performance il suo “Scatto Mentale”. L’artista meridionale ha sottolineato come le “donne” siano state le prime a notare l’importanza del suo “Scatto Mentale” e come le stesse siano state propense ad invitarla ad importanti manifestazioni di rilievo internazionale, sempre complici ed attente nei suoi riguardi. L’artista ha così voluto condividere il premio a Lei dedicato alle “Donne”. La Pandolfino sta lavorando al progetto del suo “Scatto Mentale” e del piccolo museo itinerante che la porterà ancora una volta in giro per la Sicilia.

ULTIMO AGGIORNAMENTO