Storie di Puglia: il racconto di Pizzomunno e Cristalda

La triste vicenda amorosa che ha per protagonisti 2 amanti pugliesi.

Pizzomunno Vieste


Il Sud Italia è da sempre terra che fa da sfondo a numerose leggende.

In Puglia, una molto conosciuta è quella tragica e romantica che riguarda 2 giovani. Questi si chiamavano Pizzomunno e Cristalda e si amavano tantissimo. Un giorno, il ragazzo uscì in barca e si ritrovò circondato da bellissime sirene, che provarono ad ammaliarlo. Tuttavia, lui rifiutò di cedere alle loro lusinghe.

Allora, arrabbiate, le creature del mare decisero di vendicarsi rapendo Cristalda. La poverina fu trascinata in fondo al mare, dove morì. Scoperta la triste fine della sua amata, Pizzomunno si recò in spiaggia e qui, per il dolore, si pietrificò trasformandosi in un enorme monolite. Nonostante tutto, ogni 100 anni, visto il sentimento che li univa, ai 2 è concesso di rivedersi proprio sulla riva dove si consumò il tutto.

La spiaggia in questione sarebbe quella di Vieste, in provincia di Foggia, che ha il nome, per l’appunto, di Pizzomunno e dove si trova una gigantesca roccia bianca. La vicenda ha ispirato l’omonimo brano del cantautore Max Gazzè:

ULTIMO AGGIORNAMENTO