sabato, Novembre 26, 2022

"32 dicembre", come ridere a crepapelle a Capodanno: guarda il film completo

Il film di Luciano De Crescenzo è l'ideale per divertirvi salutando il 2019 e dando il benvenuto al 2020!

Dopo Natale in casa Cupiello, un classico delle festività natalizie, vi raccontiamo di un altro film meridionale che potete guardare in questi giorni di festa, soprattutto allo scadere dell'anno vecchio o all'inizio del nuovo. Il film di cui vi parliamo ora è 32 dicembre, datato 1988, diretto e interpretato da Luciano De Crescenzo, diviso in 3 episodi, YpocritesLa gialla farfalla e I penultimi fuochi.

32 Dicembre, la trama

Ypocrites

Il primo episodio racconta di una signora (il cui anziano marito si crede Socrate ed è stato appena dimesso dal manicomio) che scrittura due comparse di Cinecittà per rappresentare Aristippo e Antistene, discepoli del filosofo. La moglie, inoltre, si finge Santippe, la domestica Mirto si finge la concubina. Guida la finzione uno psichiatra che si diverte a gestire la situazione. A un certo punto il marito della donna rivela di non essere pazzo, e che la pazza è sua moglie, che lui asseconda per amore. Alla fine, si scopre che anche lo psichiatra è pazzo.

La gialla farfalla

Il secondo episodio racconta di Carlotta, una nonna di 65 anni, bella e giovane di spirito, che va a trascorrere una vacanza segreta con il suo amato Ferruccio, poi decide di sposarlo gettando scompiglio nella sua famiglia, che teme di perdere l'eredità e cerca di privarla dei suoi averi. La donna, però, aiutata dalla sua nipotina, riuscirà a farsi dare 50 milioni e partirà per la Francia con il suo amato.

I penultimi fuochi

L'ultimo episodio è incentrato su Alfonso, un disoccupato, che il 31 dicembre è triste perché non ha soldi per esaudire il desiderio dei figli: comprare i botti. Così, i figli di Alfonso vanno a letto piangendo. Ma il padre promette che appena avrà soldi festeggeranno con i botti in un giorno qualsiasi. Il 12 gennaio Alfonso mantiene la promessa e la sua famiglia fa i botti quella notte. L'uomo viene denunciato per schiamazzi notturni, ma si salva grazie alla sua furbizia...

Il primo Capodanno senza Luciano De Crescenzo

Nel primo Capodanno senza il grande De Crescenzo vi consigliamo di guardare il suo lavoro, per ricordare il suo talento e per trascorrere sorridendo queste ore a cavallo tra il vecchio e il nuovo anno.

Il video del film

LEGGI ANCHE...