Si ‘na pereta: cosa significa questa espressione napoletana?

"Si' na pereta" in napoletano non è proprio un complimento. Scopriamo insieme cosa significa questa espressione molto particolare...



Il dialetto napoletano, così come anche gli altri dialetti del Sud, è pieno di termini o espressioni colorite e simpatiche, che esprimono in una parola o in una breve frase un concetto magari scomodo o semplicemente sarcastico. Una delle più particolari e che creano ilarità è sicuramente “pereta”, la cui pronuncia crea soprattutto imbarazzo. Ma cosa significa l’espressione “Si’ na pereta”?

Significato di “Si’ na pereta”

Come i napoletani veraci sapranno, il termine “pereta” ha più significati: l’etimologia lo associa all’intestino (dal latino perditum, peto), indicando una scorreggia molto rumorosa e poco puteolente, ma la tradizione ha aggiunto un’altra interpretazione.

L’aggettivo pereta, infatti, partendo dalla concezione negativa del termine, viene attribuito ad una donna volgare, sguaiata, che vuole farsi notare ma non per il suo fascino.

E quindi la pereta viene notata esattamente come sarebbe notato un peto, facendo rumore e dando quindi fastidio. Ma è di poco valore, proprio come la pereta fisiologica, che non è altro che aria, come abbiamo detto.

La seduttività della donna pereta punta ad una promozione sociale e non al sesso, visto che si tratta di una donna piccolo-borghese, arrivista e velleitaria.

La cultura napoletana è legata a questo concetto, avendo inserito la pereta anche nella nella Smorfia: “43-‘Onna Pereta for’o balcone”.