martedì, Novembre 29, 2022

Jennifer Lopez a Capri, quanto costava un tavolo per lo show? La cifra è impressionante

Il concerto tenuto recentemente da Jennifer Lopez a Capri è stato uno degli eventi più discussi dell’ultimo periodo. La sua esibizione, a quanto pare, è stato davvero brevissima e i costi per partecipare all’evento sono stati esorbitanti. Ecco per quale motivo

Sui notiziari degli ultimi giorni sta tenendo banco la notizia del concerto che Jennifer Lopez ha tenuto a Capri molto recentemente. Fra gli ospiti attesi per l’evento, infatti, tantissime celebrità molto amate. Flavio Briatore, Elisabetta Gregoraci e Diego Della Valle, appunto, sono solo alcune delle grandi personalità che hanno preso parte all’evento. Ovviamente, infatti, non sono assolutamente mancate le star internazionali. Come non citare, ad esempio, Leonardo Di Caprio e Spike Lee. Non solo il grande attore e il celebre regista, però, hanno presenziato al concerto di J. Lo. Anche Michel Kors, Jared Leto e Jamie Foxx, ad esempio, hanno sborsato una vera fortuna per accaparrarsi un tavolo e godersi l’esibizione della più nota popstar d’oltreoceano. I costi esorbitanti, però, non sono dovuti soltanto al grande staff o alla cura della magnifiche location.

Gli oltre 50 fra ballerini, artisti e tecnici, infatti, hanno contribuito a rendere indimenticabile un esibizione che, però, è durata soltanto 30 minuti. Stando a quanto è possibile leggere in rete, oltretutto, per un tavolo è stato necessario pagare una cifra che si aggirava fra i 75.000 e i 250.000 euro. Che Jennifer Lopez, dunque, chieda così tanto per una sua breve esibizione? Assolutamente no. Scopriamo insieme, dunque, per quale motivo si siano dovuto sborsare cifre simili.

Ecco perché i costi per vedere J. Lo a Capri erano così esorbitanti

Non tutti sapranno, infatti, che quella di cui abbiamo parlato è stata una delle più grandi serate di beneficenza tenute sul nostro territorio nazionale. In soli 30 minuti sono stati appunto raccolti ben 12 milioni di euro da destinare all’Unicef.

Il progetto, infatti, è stato rivolto alla raccolta di fondi per i bambini ucraini i siriani che stanno vivendo momenti davvero drammatici da molto tempo. Siamo lieti, dunque, che un incasso del genere sia destinato a chi ne ha davvero bisogno. Speriamo solo, a questo punto, che non ci sia più bisogno di raccogliere fondi per quei minori e che i conflitti bellici sui loro territori possano trovare una risoluzione pacifica nel più breve tempo possibile. Sappiamo, però, che la situazione internazionale attuale è delle più complesse. Non ci rimane altro da fare, dunque, che sperare che eventi benefici del genere possano essere sempre più frequenti.

LEGGI ANCHE: Diletta Leotta dimentica l'estate con Can Yaman: la FOTO dell'evento speciale a Capri

LEGGI ANCHE...