venerdì, Agosto 19, 2022
HomeCuriositàElena Di Cioccio e Walter Zenga: la resa dei conti in Tribunale,...

Elena Di Cioccio e Walter Zenga: la resa dei conti in Tribunale, ecco chi ha vinto

L’anno scorso l’attrice e conduttrice Elena Di Cioccio ha rivolto parole davvero poco lusinghiere su Twitter a Walter Zenga. L’ex portiere di Inter e Nazionale, allora, ha deciso di passare alle vie legali e proprio in queste ore pare che la vicenda si sia finalmente conclusa. Vediamo cosa è accaduto

Elena Di Cioccio è una attrice e conduttrice molto amata. Il suo pubblico, infatti, la segue con affetto anche sui social perché molto spesso le sue dichiarazioni senza mezzi termini riescono ad essere parecchio dirette ed efficaci. Alcune di queste, però, pare abbiano decisamente passato il segno. Come è possibile apprendere in rete, infatti, il 9 maggio di quest’anno le è stato disposto un processo con decreto di citazione diretta in giudizio della Procura della Repubblica di Milano, in quanto avrebbe diffamato l’amato ex portiere Walter Zenga. Vediamo più in dettaglio cosa è accaduto.

Il 29 gennaio del 2021, Elena Di Cioccio ha rivolto delle parole durissime contro Walter Zenga. Riferendosi al modo di interagire con il proprio figlio, la conduttrice lo ha infatti apostrofato qualificandolo come un “sedicenne bullo”. Poco dopo, inoltre, ha dato dell’”inutile” all’ex atleta e lo ha definito un “padre dall’ego ipertrofico”. Come se non bastasse, ha chiarito che secondo lei Walter Zenga “farebbe schifo come padre e come uomo”, concludendo con un elegantissimo “Sei una me**a”. La pagina di Elena De Cioccio, inoltre, è molto seguita e conta un numero abbastanza elevato di followers. Queste gravissime dichiarazioni, allora, si sono diffuse sul web a macchia d’olio e Zenga non ha potuto esimersi dall’intraprendere vie legali.

Ecco come si è conclusa la complicata faccenda fra Elena Di Cioccio e Walter Zenga

L’attrice ha recentemente versato un risarcimento facendo sì che il reato si estinguesse per “intervenuta riparazione del danno”. Davide Steccanella, l’avvocato di Zenga, ha commentato la vicenda spiegando che il suo assistito ha ritenuto soddisfacente la condotta riparatoria. Ha precisato, però, che non sono intervenuti per ritirare la querela. Lo scopo dell'ex portiere, infatti, non era incentrato principalmente sull'ottenimento di un risarcimento. L’azione legale, appunto, era stata intrapresa allo scopo di denunciare un uso altamente pericoloso dei social network.

La Di Cioccio, inoltre, ha anche pubblicamente esortato i suoi followers su Twitter ad utilizzare il social in modo più responsabile e serio. Sembra, allora, che la vicenda si sia finalmente conclusa e che la Di Cioccio abbia ritenuto necessario risarcire Walter Zenga mettendo la parola fine sulla vicenda. Noi però, come nostro costume, continueremo comunque a tenervi aggiornati sui prossimi sviluppi.

LEGGI ANCHE: Andrea Zenga fa infuriare Rosalinda Cannavò: il gesto inaspettato scatena un putiferio

LEGGI ANCHE...