giovedì, Agosto 18, 2022
HomeNewsFranco Califano e l'abbandono di sua figlia: ecco cosa fece alla povera...

Franco Califano e l'abbandono di sua figlia: ecco cosa fece alla povera Silvia

Franco Califano è stato uno dei migliori cantanti romani della sua generazione. Lo stesso non può essere detto, però, per quanto riguarda il suo ruolo di padre. Fra lui e sua figlia Silvia, infatti, il rapporto non è mai stato dei più sereni.

Quando si parla dei cantautori romani che hanno fatto la storia della musica italiana, non si può non pensare al compianto Franco Califano. Er Califfo, infatti, tra poesie e canzoni ha scritto complessivamente oltre 1000 opere e molte di queste hanno segnato indelebilmente il cuore di milioni e milioni d’italiani. Il vero grande successo, però, è arrivato nel 1976, con la pubblicazione di Tutto il resto è noia, vendendo più di un milione di copie. Molto si sa della carriera professionale del buon Franco, un po’ meno, invece, riguardo quella privata.

Fra gli anni 70 ed 80, dopo essere arrivato alle luci della ribalta, i giornali scandalistici cominciarono ad interessarsi alla vita privata dell’artista. Franco infatti, come è noto, conduceva una vita alquanto turbolenta e la sua condotta sregolata ha spesso destato scalpore. Arcinoti, infatti, sono i problemi giudiziari che ha avuto durante la prima metà degli anni 80. Nel 1984, infatti, è stato arrestato dai carabinieri per associazione a delinquere di stampo camorristico e traffico di stupefacenti. Molto irrequieta è stata, dunque, la vita del Califfo. A quanto pare, allora, questo potrebbe essere il motivo per cui decise, un drammatico giorno, di fare quella scelta: abbandonare sua figlia e la sua dolce metà Rita Di Tommaso.

Il difficile rapporto fra Silvia e suo padre Franco: sapeva di lui solo grazie alle informazioni della mamma

Grazie all’amore tra Franco e la bella Rita, nel 1959 è nata Silvia Califano. Cinque mesi dopo il lieto evento, però, il Califfo sceglie di abbandonare la sua nuova famiglia e di non farsi vedere più. Per ammissione della povera Silvia, allora, sappiamo che la ragazza apprendesse del padre solo grazie ai fotoromanzi dove figurava regolarmente. Era la brava Rita che glieli faceva leggere, per non far dimenticare chi fosse il padre e che volto avesse. Quando Silvia, però, ha compiuto vent’anni ha deciso di incontrare di persona suo padre.

Franco, a quanto pare, accolse a braccia aperte sua figlia e da quel momento il rapporto d’amore fra i due si è consolidato moltissimo. Come sappiamo, però, Califano è venuto a mancare il 30 marzo 2013 e pare che, già diverso tempo prima della tragedia, Silvia avesse perdonato il padre snaturato. Oltre ad essere una figlia, infatti, è una brava madre ed ha confessato di aver capito che il ruolo di genitore non si addicesse assolutamente al mitico Califfo.

LEGGI ANCGHE: Mia Martini, il pesantissimo retroscena: "Un uomo geloso ha rovinato la mia carriera", chi è il mostro

LEGGI ANCHE...