venerdì, Luglio 1, 2022
HomeCuriositàMarisa Laurito e il lutto che l'ha segnata da giovanissima: la grande...

Marisa Laurito e il lutto che l'ha segnata da giovanissima: la grande sofferenza dietro il suo sorriso

Con ogni probabilità, la più grande showgirl italiana è l’impareggiabile Marisa Laurito. Il passato dell’attrice napoletana, però, nasconde un terribile dramma. Vediamo di cosa si tratta.

Una delle più grandi showgirl della televisione italiana è senza dubbio la mitica Maurisa Laurito. La celebre napoletana, infatti, ha letteralmente fatto la storia della nostra televisione e nessuno può non rivolgerle un pensiero di grande affetto. La sua carriera, poi, ha preso inizio molti anni fa e possiamo sostenere, senza timore di smentita, che intere generazioni continuino ad amarla profondamente. In pochi sanno, però, che la mitica Marisa ha anche affrontato una bruttissimo dramma e apprendiamo che abbia reagito alla tragedia con grande coraggio. Vediamo, allora, di cosa si tratta.

La vita di Marisa è stata ricca di grandi soddisfazioni ma, purtroppo, c’è stato anche un grandissimo dolore.

Nessuno può contestare la sensibilità e il genio di Marisa. Ricordiamo soltanto, infatti, che la grande attrice napoletana ha iniziato la sua fulgida carriera nientemeno che con Eduardo de Filippo e arcinota è l'esigenza del grande regista teatrale. Chiunque, infatti, abbia lavorato con Eduardo è diventato un vero e proprio mostro sacro della recitazione e la Laurito non è certo da meno. Non solo a teatro, poi, abbiamo potuto apprezzarla ed ha infatti partecipato a  numerosi film per il grande schermo. Solo per citarne tre, allora, possiamo nominare La mazzetta, di Sergio Corbucci (1978), Café Express, di Nanni Loy (1980) e Il mistero di Bellavista, di Luciano De Crescenzo (1985).

Quando Marisa era molto giovane, però, ha subito un terribile lutto che le ha segnato inevitabilmente la vita. Sua madre, infatti, è venuta a mancare prematuramente quando era molto giovane e possiamo solo immaginare il grandissimo dolore che ha dovuto subire. “Avevo 25 anni quando è morta, sostiene ai microfoni di Verissimo e non possiamo non essere tristi nell’apprendere tale sciagura. A questo punto, allora, non possiamo esimerci dal commentare la vicenda esprimendo la nostra grande solidarietà all’immensa artista.

La Laurito, infatti, ha sempre dimostrato di avere un carattere esuberante e travolgente. Il suo comportamento molto energico, di conseguenza, crediamo derivi dal fatto che abbia dovuto affrontare gran parte della sua giovinezza affidandosi alle sue capacità senza il sostegno della madre. Supponiamo, a questo punto, che il tragico evento abbia temprato lo spirito di Marisa contribuendo a renderla uno dei migliori modelli da seguire in generale, artisticamente ed umanamente.

LEGGI ANCHE:Mina Settembre 2, addio a un volto storico della fiction: al suo posto Marisa Laurito

LEGGI ANCHE...