lunedì, Marzo 4, 2024
[rank_math_breadcrumb]

Simone Cristicchi, la tragedia che l'ha colpito lascia tutti sotto shock: "Un'emorragia"

Simone Cristicchi è un cantautore italiano molto noto al pubblico italiano. Nasce a Roma il 5 Febbraio del 1977 e da quando era bambino era molto appassionato ai fumetti, tanto che all'età di 16 anni gli venne offerto un contratto di lavoro come disegnatore per il Tiramolla della Comic Art. Egli però rifiutò la proposta per continuare il suo percorso di studi presso il Liceo Classico Francesco Vivona di Roma. Dopo aver conseguito il diploma si iscrisse al Corso di Laurea in Storia dell'Arte presso l'Università di Roma Tre senza però concludere il percorso di studi.

All'età di 17 anni (quasi maggiorenne quindi) fece il suo esordio nel mondo della musica fondando il suo Gruppo Rock. Nel 1998, all'età di 21 anni Simone vinse il Concorso Nazionale Cantautori, riuscendo a conquistare il Premio SIAE per il miglior brano con "L'uomo dei bottoni". Ma i successi per lui sono appena cominciati, infatti, nel 2000 apre i concerti di cantanti importanti come Max Gazzè e Niccolò Fabi, firmando successivamente un contratto con l'Etichetta Carosello Records che pubblicò il suo primo singolo dal titolo "Elettroshock".

Nel 2010 Simone convola a nozze con Sara Quattrini, un'archeologa di origini romane. La cerimonia fu piccola e intima, a cui presero parte solo pochi amici e parenti stretti. Ad oggi la coppia ha due figli, ovvero Tommaso (2008) e Stella (2011). Oggi vive insieme alla sua famiglia ad Arriccia, una zona dei Castelli vicino Roma. Ma la vera svolta della sua carriera avviene nel 2005, grazie a un singolo che lui stesso ha definito "tormentone involontario", dal titolo "Vorrei Cantare come Biagio". in quell'anno uscì il suo primo Album dal titolo "Fabbricante di Canzoni" e nel 2006 prese parte al cinquantaseiesimo Festival di Sanremo con il brano "Che Bella Gente" dove si classificò secondo, per poi vincere l'anno successivo, alla cinquantasettesima Edizione del Festival di Sanremo con il brano dal titolo "Ti regalerò una Rosa".

Simone Cristicchi, il dramma nascosto della sua vita

Le ultime Edizione della Kermesse hanno avuto protagonisti particolari, e vincitori che hanno rotto gli schemi rispetto ai passati vincitori del Festival della Canzone Italiana. Come ad esempio la vittoria dei Maneskin, che è stata una chiara testimonianza di come i tempi siano cambiati e che anche i protagonisti del panorama musicale italiano si differenziano sempre di più rispetto ai concorrenti delle edizioni passate. I numerosi successi che hanno dipinto la vita di Simone Cristicchi lo hanno reso senza ombra di dubbio uno dei migliori cantautori in circolazione nel panorama musicale italiano.

I suoi testi hanno incantato milioni di persone, ma oltre ad una carriera brillante, Simone ha dovuto fronteggiare anche diversi momenti particolari legati alla sua vita. Infatti, il cantautore ha sofferto un problema davvero concreto. In una vecchia intervista negli studi di Verissimo (programma condotto da Silvia Toffanin), Simone ha raccontato al pubblico il suo immenso dolore: “A dieci anni ho perso mio padre ma ho sempre sentito la sua presenza nei momenti fondamentali. Anche mia madre qualche anno fa ha avuto un grave problema. Un’emorragia che le impedisce di fare molte cose, ma riesce a sorridere e quando sorride illumina tutto il mondo. Perdiamo tempo per cose superflue”.

LEGGI ANCHE: "Avrei potuto perdere le gambe" Filippo Bisciglia, il dramma della malattia