giovedì, Ottobre 6, 2022
HomePersonaggiIl campione olimpionico Marcell Jacobs torna al Sud: "Questa è la mia...

Il campione olimpionico Marcell Jacobs torna al Sud: "Questa è la mia seconda casa"

Dopo esser diventato campione olimpionico, Marcell Jacobs torna al Sud, nella terra che l'ha visto crescere

A Pizzo nella provincia di Vibo Valentia in Calabria si è tenuta la manifestazione "Tutti a scuola" presenziata dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e non solo: tutti i partecipanti all'evento hanno potuto vedere di persona i nuovi eroi italiani, Marcell Jacobs (Medaglia D'oro nei 100 metri e nella Staffetta 4x100 alle Olimpiadi di Tokyo 2020) e Caterina Banti (Medaglia d'oro nella vela a Tokyo 2020).

Marcell Jacobs nell'intervento con i giornalisti parla della sua infanzia passata in Calabria: "E' veramente un piacere tornare qui perché mi fa rivivere un po' i momenti della mia infanzia, il mare, quando venivo e passavamo qui 2 - 3 mesi. Per me questa è un po' come una seconda casa, sono veramente contento- ed aggiunge a proposito della manifestazione "Tutti a Scuola" - La scuola è veramente importante perché ti insegna tante cose, ma dovrebbe esserci più spot nelle scuole perché aiuta a crescere, ad avere degli obiettivi e a cercare in ogni modo di raggiungerli. E' un bene per la vita in generale, soprattutto per sé stessi."

Anche l'intervento della Medaglia d'Oro in Vela, Caterina Banti, è stato molto significativo per dare risalto alla manifestazione ed al suo messaggio: "Sono onorata di essere qui. E' importante sentirsi dei modelli, è una grande responsabilità. Come olimpionici rappresentiamo dei valori, dobbiamo testimoniarli ogni giorno, dobbiamo diffonderli, soprattutto ai più giovani, per riuscire a rendere il mondo un posto migliore."

Non sono stati da meno gli interventi del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, e quello del Presidente del Comitato Paralimpico Italiano, Luca Pancalli. Il primo salitp sul palchetto afferma: "Tutti gli anni sono stati straordinari, ma quest'anno è ancora più importante. Loro sono gli eroi moderni, sono quelli che vengono emulati, e soprattutto per i giovani è indispensabile.". L'eco di Pancalli non si è fatto attendere: "E' una piacevole consuetudine, ma questa volta siamo ancora più felici perché torniamo da una spedizione a Tokyo straordinaria!"

LEGGI ANCHE...