giovedì, Ottobre 28, 2021
HomeEventiDopo 83 anni Augusto torna a Centuripe: "L'imperatore torna a casa"

Dopo 83 anni Augusto torna a Centuripe: "L'imperatore torna a casa"

Si celebrerà il 28 Agosto il ritorno della testa di Augusto a casa, dove potrà essere ammirata da tutti, dopo 83 anni

Il più bel ritratto marmoreo di Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto torna a casa dopo 83 anni di lontananza: il 28 Agosto alle ore 18, il Museo Archeologico Regionale di Centruripe in Sicilia aprirà le sue porte per accogliere una tra le migliori rappresentazioni (forse la migliore per accuratezza dei dettagli) dell'imperatore romano Augusto.

La testa per molti anni è stata custodita nel Museo Archeologico regionale Paolo Orsi a Siracusa, ma la determinazione del sindaco di Centuripe, Salvatore La Spina, aiutato dall'Assessore dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, Alberto Samonà, ha finalmente riportato Augusto al suo posto: il reperto fu ritrovato proprio nella cittadina a forma di stella in Sicilia il 30 Aprile del 1938 e poi una brevissima permanenza in questa città nel 2011, è stata ritrasportata a Siracusa.

L'intento di questo ritorno alle origini fa parte di un piano che mira a restituire alla Sicilia parte della storia attraverso la mostra della cultura che ha reso questa terra teatro di numerosissimi avvenimenti e salotto delle culture più diverse. Ed è proprio questo a sottolineare l'Assessore, Alberto Samonà, nel suo intervento: "Il rientro del Ritratto di Augusto e degli altri reperti a Centuripe e l'esposizione nel loro contesto originario è espressione della visione del Governo Regionale che mira a valorizzare i territori della Sicilia, restituendo una narrazione che valorizzi la storia e l'identità dei luoghi attraverso la cultura."

Non riesce a contenere l'emozione e il moto d'orgoglio il sindaco di Centuripe, Salvatore La Spina, che attraverso la propria dichiarazione esterna tutta la sua commozione: "Il rientro della Testa di Augusto rappresenta un momento molto importante per tutta la comunità. Questo ritratto, per la sua bellezza ed eleganza, spero possa rappresentare il simbolo della rinascita del paese, un marchio identificativo di quello che è il nostro progetto di rilancio."

Il ritratto di Augusto è solo uno dei meravigliosi reperti che saranno visibili nella collezione di Centuripe: saranno presenti anche ritratti di Germanico e Druso Minore oltre a vasi e manufatti fittili.

LEGGI ANCHE...