Record di vaccini al Sud! Ecco quale città ha “stracciato” la concorrenza



La Brigata Garibaldi di Caserta ha superato la soglia dei 200mila vaccini somministrati. Il traguardo è stato raggiunto questa mattina, un passo molto importante verso la sconfitta della pandemia di Covid 19.

I vaccini, infatti, hanno la funzione di ridurre al minimo le complicanze e i ricoveri dovuti all’infezione da Sars-Cov-2, cosa che ha generato il grande impatto sui sistemi sanitari di tutte le nazioni del mondo.

A inizio maggio erano state celebrate le prime 100mila dosi, numero raddoppiato nel giro di quattro settimane, a dimostrazione non solo del grande lavoro svolto, ma anche della voglia che i cittadini hanno di tornare quanto prima alla normalità. Ora è necessario continuare su questa strada, per dare il colpo di grazia alla pandemia.

L’obiettivo, però, è quello di migliorare i numeri giornalieri per mettere in sicurezza l’intera popolazione. Lo dice chiaramente il comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi Massimiliano Quarto.

“Abbiamo il potenziale per somministrare 4.000 dosi al giorno – spiega – ed è a questi numeri che dobbiamo arrivare. Riusciamo a garantire – aggiunge – un’ottima qualità del servizio agli utenti, con tempi di ingresso e uscita limitati. Confermando questi standard contiamo, grazie al lavoro sinergico, di aumentare il numero delle vaccinazioni giornaliere. “Questa mattina, per “celebrare” il raggiungimento delle 100mila vaccinazioni, è arrivato il Vescovo di Caserta Pietro Lagnese, che si è congratulato con medici e infermieri dell’Asl e con i militari; mentre a suggellare il raggiungimento del primo importante traguardo, è stata una foto con la presenza, tra gli operatori, del direttore generale della ASL di Caserta Ferdinando Russo.