Carla Fracci, ‘la prima ballerina in assoluto’ che amava il Sud Italia: “Non la dimenticheremo mai”

Si spegne all'età di 85 anni la regina della danza, definita dal New York Times 'La prima ballerina in assoluto', tutti i teatri in lutto

Foto Facebook Luca Zaia -Carla Fracci


Tutti i teatri, non solo quelli italiani, ma quelli di tutto il mondo sono in lutto: si è spenta all’età di 85 l’etoile della danza Carla Fracci. Nata a Milano nel 1936 ha costruito la sua intera carriera sullo studio della danza, partendo dal Teatro alla Scala di Milano, dimostrando già dai suoi esordi un’eleganza innata che l’hanno condotta a diventare la ‘prima ballerina in assoluto’ come la definì il New York Times nel 1981.

E’ proprio al Teatro alla Scala di Milano che verrà allestita la sua camera ardente (Sabato i funerali) ma è tutto il mondo che si stringe intorno alla figura della ballerina più famosa del mondo, che amava profondamente tutto il Sud, infatti moltissime sono state le dichiarazioni di cordoglio dai semplici cittadini, alle personalità della politica e dello spettacolo, ma soprattutto dai teatri.

Partendo dalla Sicilia dove la Fondazione Teatro Massimo, attraverso il sovrintendente Francesco Giambrone, comunica con queste parole il proprio dolore: “Il Teatro Massimo ha avuto l’onore di ospitare in moltissime occasioni nell’arco di più di 35 anni. La sua scomparsa è un grande dolore, sono tantissimi i meravigliosi ricordi legati alla sua presenza in questo teatro a cui era particolarmente legata.

Si accoda al dolore della perdita il Sindaco di Bari, Antonio Decaro: “Personalmente la ricorderò per le sue indimenticabili esibizioni sul palcoscenico del Petruzzelli, per il suo impegno per la riapertura del nostro Politeama, per aver accettato con gioia le chiavi della città di Bari nel 2011 e, solo ultima in ordine di tempo per la serata di riapertura dell’auditorium ‘Nino Rota’ nel 2017, quando volle essere madrina di un evento fortemente simbolico per la cultura e l’arte della nostra città. La sua eleganza, la sua intelligenza, il suo spirito acuto e la sua autenticità mancheranno a questa città e a tutto il Paese.

Anche il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ricorda la grandissima ballerina, che scelse il Teatro San Carlo di Napoli per festeggiare i suoi 80 con due eventi di danza e di cui fu direttrice del corpo di ballo negli anni 80, ecco le sue parole: “Carla regina assoluta della danza. Napoli e il San Carlo ti ricorderanno sempre con tanto affetto e gratitudine per ciò che hai fatto per la nostra città e l’amore che nutrivi per il nostro teatro. Riposa in pace.