Boom di visitatori per la Reggia Patrimonio Unesco: nel weekend registrati 2.500 ingressi

Dal 26 aprile sono tornati accessibili il Parco Reale e il Giardino Inglese. Da sabato 1 maggio anche gli Appartamenti Reali, dopo la lunga chiusura dovuta alle restrizioni anti-Covid

Grandi Giardini
La Reggia di Caserta


Boom di visitatori alla Reggia di Caserta in questo primo weekend di maggio: sono stati quasi 2.500 gli ingressi registrati nel complesso monumentale dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1997. Dal 26 aprile sono tornati accessibili il Parco Reale e il Giardino Inglese. Da sabato 1 maggio anche gli Appartamenti Reali, dopo la lunga chiusura dovuta alle restrizioni anti-Covid.

In particolare, il primo maggio, nonostante la pioggia, sono entrate nel sito 850 persone, mentre nella giornata di domenica 2 maggio gli ingressi sono stati ben 1.634. La riapertura del meraviglioso sito storico meridionale è avvenuta senza alcun intoppo, sia all’esterno del monumento che alla biglietteria: nessun assembramento né code per entrare, dal momento che l’ingresso era consentito solo a chi, abbonati esclusi, aveva prenotato online un giorno prima della visita. Questa regola prevista dalla normativa statale anti-Covid sarà vigente anche per le prossime settimane.

I visitatori, anche gli aventi diritto ad agevolazioni o gratuità, possono accedere alla Reggia previa prenotazione sulla piattaforma TicketOne (la bigliettazione in sede è sospesa, non è possibile acquistare alcun titolo di accesso all’interno del Complesso vanvitelliano). La prenotazione consente l’accesso da piazza Carlo di Borbone e da corso Giannone. Grazie alla collaborazione con il concessionario del servizio biglietteria, gli abbonati ReggiaCard 2021 e i titolari di vecchi abbonamenti Parc e ParcApp muniti di ristampa con codice a barre leggibile dai palmari all’ingresso non dovranno prenotare.

Tante le soprese per i visitatori durante i primi giorni di riapertura, come le 21 opere di Terrae Motus e la preziosa collezione donata dal gallerista Lucio Amelio alla Reggia di Caserta riallestita nel mese di novembre scorso. Il weekend appena trascorso è servito anche per valutare l’efficienza della riorganizzazione per le prossime settimane, periodo in cui si attende un numero maggiore di ingressi: a tal proposito dalla Direzione è arrivato un invito agli abbonati (che non devono prenotare online ma presentarsi direttamente all’ingresso) di visitare la Reggia durante la settimana, visto che nei weekend è previsto un grande afflusso di visitatori anche da altre zone. Un invito al buon senso, dunque, per evitare code e assembramenti pericolosi per la salute.