E’ il momento di scoprire e riscoprire i tesori mozzafiato del Sud: ‘Maggio dei Monumenti’ è alle porte!

Da sempre Maggio è il mese all'insegna della bellezza, non solo naturale, ma soprattutto culturale e storica delle nostre terre

Napoli Capodanno


Nel mese di Maggio è di regola scoprire e riscoprire le bellezze del nostro territorio, un modo per rendere omaggio alla magnificenza della storia e della cultura millenaria che ogni città ha. La Campania in zona gialla, approfitta subito delle riaperture per rendere questo “Maggio dei Monumenti” indimenticabile attraverso moltissime mostre, ma soprattutto con l’apertura al pubblico di moltissimi “tesori” nascosti e quasi sconosciuti.

La XXVII esima edizione de “Maggio dei Monumenti” si presenta il migliore dei programmi, infatti, a contrastare i mesi di chiusura, la maggior parte degli eventi si terranno all’aperto, sempre rispettando tutte le norme previste per prevenire la diffusione del virus, ben 150 itinerari in cui sarà possibile ammirare l’intera città di Napoli in lungo e in largo.

Ma non mancheranno di certo le mostre, tra le più attese ci sono quella “Troisi Poeta Massimo” (prevista per il 7 Maggio al Castel dell’Ovo) e quella interamente dedicata all’artista Frida Kahlo che aprirà le porte del Pan il 3 Maggio. Ci saranno anche moltissime esposizioni nei luoghi più belli della città partenopea come la Cappella Palatina del Maschio Angioino e nel complesso di San Domenico Maggiore.

Attesissimo è l’evento del 19 Maggio, in cui verrà svelato il restauro del dipinto che sovrasta Porta San Gennaro accompagnato da visite guidate nella chiesa di Santa Maria alla Sanità e le Catacombe di San Gaudioso, passando poi dal Borgo dei Vergini, tutti luoghi idealmente collegati a San Gennaro e alle Catacombe che portano il suo nome.

L’Assessore alla Cultura, Annamaria Palmieri afferma: “Siamo ottimisti che con senso di responsabilità i cittadini non vogliano riperdere quella libertà che hanno ardentemente desiderato e riconquistato. Ci dicono che i luoghi all’aperto in questo momento sono più sicuri e che andremo verso nuove aperture e passeggiare forse è una delle attività più sane.

Due settimane fa non eravamo sicuri si potesse dare il via ma ci abbiamo creduto e con noi tante associazioni, istituzioni culturali e tutto il mondo dello spettacolo e della cultura che è duramente provato.” Così conclude l’assessore; insomma un Maggio dei Monumenti all’insegna della libertà responsabile, della riscoperta di luoghi che per troppo tempo sono stati inesplorati.