martedì, Settembre 28, 2021
HomeCuriositàCase a 1 euro, un borgo del Sud sulla Cnn: la sua...

Case a 1 euro, un borgo del Sud sulla Cnn: la sua offerta è ancora più vantaggiosa

Il piccolo borgo meridionale ha conquistato la Cnn per il suo caso del tutto singolare: ecco perché si è distinto dagli altri Comuni italiani che hanno aderito al progetto "Case a 1 euro"

Sono tantissimi i piccoli borghi del Sud che stanno facendo parlare di sé in tutto il mondo per la loro adesione al progetto "Case a 1 euro", l'iniziativa nata in Italia con l'obiettivo di ripopolare i Comuni a rischio di spopolamento. Un caso tutto singolare che è finito sulla pagine della Cnn che vale la pena approfondire è quello di Laurenzana, paese di 1.700 abitanti in provincia di Potenza, in Basilicata, che si è distinto da tutti gli altri borghi per aver concesso l'acquisto delle case a 1 euro senza alcuna cauzione.

La notizia di questa offerta più vantaggiosa che non prevede l'acquisto della cauzione dell'immobile ha fatto il giro del web diventando protagonista della Cnn, il quotidiano statunitense celebre in tutto il mondo: "Vogliamo aiutare i nuovi arrivati ad acquistare la casa dei loro sogni senza rendere loro difficile seguire procedure noiose e requisiti rigorosi. Ecco perché non chiediamo alcuna garanzia di deposito, contiamo sulla buona fede e sull'impegno degli acquirenti, ma monitoreremo costantemente i lavori in corso e lo stato della ristrutturazione", ha spiegato alla Cnn il sindaco di Laurenzana Michele Ungaro.

"Per accelerare i tempi - aggiunge Ungaro - sarebbe meglio se gli utenti interessati si mettessero subito in contatto con una bozza di piano di ciò che intendono fare con la loro nuova proprietà e quanti soldi intendono investire nel restyling. A volte può essere difficile navigare attraverso la regolamentazione, soprattutto se sei straniero. Vogliamo che questa avventura sia un piacere, non un peso".

Il progetto "Case a 1 euro" è rivolto a tutti: cittadini italiani e stranieri, associazioni e imprese. La condizione essenziale per aderire è sempre la stessa: gli interessati avranno soltanto l'obbligo di ristrutturare le abitazioni entro un periodo di tre anni dall'acquisto per dare loro nuova vita. Oltre che a ripopolare i piccoli borghi meridionali, il progetto mira a ripristinare gli immobili dei centri storici abbandonati o che si trovano in condizioni di degrado. Una volta restaurate, le case possono anche essere rese a piccole attività commerciali o turistiche.

 

LEGGI ANCHE...