domenica, Luglio 25, 2021
HomeEventiAl Sud un sommergibile per scoprire i misteri dell'antica città sommersa

Al Sud un sommergibile per scoprire i misteri dell’antica città sommersa

Il nuovo veicolo, con le vetrate affacciate sul fondare permetterà di ammirare le rovine dell'antica città sommersa

La Città sommersa di Baia, all’interno del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, nel golfo di Pozzuoli in Campania, sarà visitabile attraverso un mezzo del tutto nuovo: un sommergibile turistico. E’ arrivato proprio oggi nel porto di Baia il nuovo veicolo, la struttura galleggiante che permetterà di avvicinarsi moltissimo all’antica città romana sommersa, per godere delle bellezze non solo storiche del luogo, ma anche di un fondale dai colori spettacolari.

Dionisio con Edere Ninfeo – Foto Facebook Parco Archeologico Campi Flegrei

Questa suggestiva Atlantide del Meridione diventerà una meta molto ambita del turismo ed il nuovo mezzo con cui sarà possibile visitarla, diverrà un’ attrazione molto importante, poiché arricchirà ancora di più l’offerta del sito archeologico già molto vasta ed emozionante. Il Parco Archeologico è stato negli ultimi anni teatro di moltissime scoperte, le ultime avvenute nel 2020 hanno avuto molta rilevanza storica: il ritrovamento di  “trapezoforo”, un sostegno in marmo per una grande tavola da pranzo, decorato con una testa di felino; un nuovo percorso termale (già messo a nuovo per le visite in streaming)

Secondo le parole, pubblicate il 14 Marzo dal Sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione: “Un sommergibile turistico per visitare la Città Sommersa di Baia. E’ arrivato a Bacoli un nuovo veicolo, con vetrate affacciate sul fondale, per scoprire il Parco Archeologico Sottomarino più vasto e suggestivo del Mar Mediterraneo. L’antica città romana di Baiae sta diventando sempre più uno dei luoghi di visita più ricercati d’Italia.

Secca fumosa – Foto Facebook Parco Archeologico Campi Flegrei

Un punto di riferimento, per lo sviluppo della nostra terra, che sarà imprescindibile il prossimo 2022, con Procida Capitale Italiana della Cultura. Con Nemo Sub Italy, realtà già affermata su scala nazionale, e con tutti i promotori turistici ad oggi già esistenti, è necessario sempre più fare rete per la crescita dell’offerta turistica della nostra città e dei Campi Flegrei. Dobbiamo continuare così. Sempre così, sempre meglio. Un passo alla volta.

LEGGI ANCHE...