“The Golden Town”, il corto di un giovane meridionale dedicato alla città dorata

L'opera del giovane regista è stata ammessa alla selezione finale del concorso internazionale di cortometraggi "My rode Reel 2020", nella sezione documentari

Screen Video Youtube Angelo Piccione "The Golden Town"


Ha solo 19 anni ed ha già realizzato un cortometraggio sulla sua città, attualmente in gara ad un celebre concorso internazionale. Si chiama Angelo Piccione, studente e autodidatta originario di Scicli, comune in provincia di Ragusa dichiarato patrimonio dell’umanità Unesco nel 2002. L’opera del giovane meridionale che ha come protagonista la meravigliosa Scicli porta il titolo “The Golden Town” ed è stata ammessa alla selezione finale del concorso australiano di cortometraggi “My rode Reel 2020”, nella sezione documentari.

A raccontare il progetto del regista emergente siciliano è il quotidiano Meridionews: Angelo è iscritto al primo anno della Facoltà di Cinema, televisione e nuovi media all’Università Roma 3, e già ha partecipato nel 2018 al “Giffoni Film Festival” con un altro suo corto chiamato “Specchio”, vincendo il premio del pubblico.

In soli tre minuti, come richiesto dal regolamento del concorso, Angelo Piccione ha racchiuso la storia secolare della “città dorata” nei vari aspetti storici, culturali, architettonici, religiosi e culinari. “Ho sempre avuto la passione per la cinematografia – racconta a Meridionews il giovane sciclitano – Ho imparato da solo ed è per questo che ho deciso di coltivare la mia passione anche con lo studio universitario, avendo ultimato lo scorso anno il liceo artistico.

Non è stato semplice sintetizzare la storia di Scicli in soli tre minuti – continua Angelo – Ho dovuto selezionare gli elementi chiave della città da ogni punto di vista. Il filo conduttore del cortometraggio corrisponde al mio obiettivo: non perdere mai di vista l’impatto dello spettatore che vede il paese per la prima volta”.

La scelta di riprendere i tesori barocchi della città meridionale dall’alto verso il basso e viceversa ha un obiettivo preciso: “Ho voluto questo effetto per avere la sensazione di guardare meglio alcuni elementi, come quelli di Palazzo Spadaro. Stessa cosa per tutti i dettagli, e, in particolare, i mascheroni di Palazzo Beneventano. Tutti i monumenti sono in pietra calcarea e in alcune ore del giorno è come se brillassero, diventando quasi dorati, conclude l’artista.

Ecco il cortometraggio “The Golden Town” dedicato a Scicli di Angelo Piccione: