A bordo di una zattera per scoprire i tesori della Galleria Borbonica

Una visita notturna a bordo di una zattera, l'evento straordinario si svolgerà sabato 17 ottobre ed è richiesta la prenotazione



Alla scoperta degli antichi tesori della Napoli sotterranea a bordo di una zattera: l’originale evento si svolgerà nelle ore serali. La visita è prevista per sabato 17 Ottobre, dalle ore 20 alle 22, presso la Galleria Borbonica di Napoli.

Ecco il programma: ci si imbarcherà su una zattera che navigherà sulla falda acquifera sotterranea di Napoli, nella galleria abbandonata della, mai completata, linea L.T.R. (Linea Tranviaria Rapida). Faranno da cornice al tour, enormi frammenti di statue, le auto e le moto d’epoca ritrovate sotto i detriti. Durante il percorso ai partecipanti sarà servito un aperitivo con un waffel su stecco e spritz a cura di Ricky Graff Street Food.

La Galleria Borbonica rappresenta uno spaccato degli ultimi 500 anni della storia di Napoli. Nel 2007 i geologi che lavoravano nella galleria scoprirono un passaggio murato che lo divideva da un’altra grande cavità che era stata riadattata a ricovero bellico.

In questi ambienti l’incredibile scoperta: un altro accesso ai ricoveri, che nel Seicento costituiva già un ingresso al sottosuolo. Il passaggio veniva utilizzato dai “pozzari” che si occupavano della manutenzione dell’acquedotto; è costituito da una stretta scala di 75 gradini in coccio pesto che giunge in un locale di Vico del Grottone, alle spalle della chiesa di Piazza Plebiscito.

Oltre ai numerosi autoveicoli e motoveicoli, al di sotto di cumuli di detriti alti 8 m, sono state rinvenute parecchie statue di epoche diverse tra le quali l’intero monumento funebre del capitano Aurelio Padovani, pluridecorato capitano dei bersaglieri nel primo conflitto mondiale e fondatore del partito fascista napoletano.

L’appuntamento è presso la biglietteria, 15 minuti prima dell’orario del turno prescelto. Saranno ammessi alla visita i bambini superiori a 10 anni d’età. Inoltre, i tour si svolgono nel rispetto delle regole e le norme di sicurezza in merito all’emergenza Covid. Per questo evento la prenotazione è obbligatoria a causa dei pochi posti disponibili per ogni turno e va effettuata via telefono.