Al Sud c’è il “borgo delle mele”: un evento conquista tutti con l’agricoltura biologica

La manifestazione si è svolta sabato 10 ottobre: l'obiettivo era valorizzare l’agricoltura biologica ed il turismo sostenibile



Il “borgo delle mele” si trova a Castel del Giudice: piccolo comune della provincia di Isernia, in Molise e che conta poco più di 300 abitanti. Anche quest’anno, nonostante l’emergenza Covid,  è stata tanta la partecipazione all’evento che ha celebrato la mela ma anche altri i prodotti locali: si tratta della “Festa della Mela” di Castel del Giudice giunta alla sua terza edizione.

La manifestazione, che si è svolta sabato 10 ottobre, ha animato con i sapori autentici del Molise e dell’Abruzzo il centro del paese e ha valorizzato l’agricoltura biologica ed il turismo sostenibile: settori che arricchiscono il paniere dei prodotti tipici di Castel del Giudice.

Oltre alle mele biologiche Melise, celebrate per l’occasione con tante iniziative, tra cui le visite guidate al Giardino delle Mele Antiche, l’esperienza di raccolta delle mele, un laboratorio di degustazione di mele autoctone e una mostra con tantissime tipologie di mele recuperate, è stato possibile acquistare il miele millefiori dell’Apiario di Comunità di Castel del Giudice (prodotto da circa 30 apicoltori i cui apiari sono dislocati tra l’Alto Molise e il vicino Abruzzo) e la birra agricola Malto Lento (che nasce dal luppolo e orzo coltivati sul territorio).

Il 25 ottobre partirà il nuovo corso di apicoltura dell’Apiario di Comunità, che ha già ricevuto circa 50 adesioni“Dare continuità alla Festa della Mela, in un momento così difficile, è stato importantissimo – ha affermato il sindaco di Castel del Giudice, Lino Gentile – sia per dare attenzione ai produttori locali, sia per lanciare un messaggio di fiducia a sostegno delle aree interne.

Nel rispetto delle normative anti-Covid, i visitatori hanno partecipato alle visite guidate tra le mele e le patate viola, ai laboratori del gusto, alle escursioni in e-bike e lungo i sentieri che dal paese si snodano nei boschi dipinti di foliage. L’albergo diffuso Borgotufi ha organizzato un’escursione con yoga nel meleto. I ristoranti hanno ideato menu speciali a base di mele. I produttori biologici e artigianali hanno proposto delizie di stagione tra gli stand, apprezzati anche dai viaggiatori che sono giunti a bordo della Transiberiana d’Italia.